mercoledì, Aprile 24, 2024
HomeNotizieAddio a Gaetano Laguardia, pilastro del basket italiano

Addio a Gaetano Laguardia, pilastro del basket italiano

Gaetano Laguardia, un personaggio di spicco nel mondo della pallacanestro italiana, ci ha lasciato all’età di 73 anni. La sua morte è stata un duro colpo per l’intero ambiente sportivo, in particolare per la Federazione Italiana Pallacanestro (FIP), di cui era stato vicepresidente vicario.

Una carriera lunga e poliedrica

Laguardia ha avuto una carriera poliedrica, spaziando da giocatore a allenatore fino ad arrivare a ruoli dirigenziali di rilievo. Laureato in Giurisprudenza, ha iniziato la sua carriera sportiva come giocatore in diverse società, tra cui la Stella Azzurra di Roma. Successivamente, dal 1970 al 1983, ha allenato le squadre giovanili di vari club romani come Intercontinentale Roma, Ussa Olimpia, Roma Eur, Eur Colorado e Casal Palocco. Questa esperienza gli ha permesso di avere un contatto diretto con le basi del basket italiano, forgiando giovani talenti e contribuendo alla crescita della disciplina a livello giovanile​​.

La sua carriera dirigenziale è stata altrettanto impressionante. Ha ricoperto il ruolo di Consigliere Regionale della FIP Lazio dal 1988 al 1998, per poi diventare Presidente del Comitato Regionale FIP Lazio, carica che ha mantenuto fino al 2008. La sua elezione a Vicepresidente Vicario della FIP nel 2009 ha segnato l’inizio di un’importante fase della sua carriera, durante la quale ha ricoperto il ruolo per quattro mandati, fino al 2020. Il suo contributo è stato fondamentale per compattare i vari organismi federali, grazie al suo lavoro di tessitura, riconosciuto come silenzioso ma efficace​​.

Una presenza da entrambi i lati del campo

Laguardia ha anche avuto un ruolo significativo nel Comitato Italiano Arbitri, di cui è stato Commissario Straordinario dal 2012 al 2015, e nella Fondazione per la mutualità generale negli sport professionistici a squadre, dal 2013 al 2016. Inoltre, è stato membro della Giunta Regionale Coni Lazio dal 2001 e Capo Delegazione di squadre nazionali giovanili e della Nazionale “A” femminile in varie manifestazioni Europee, ricevendo la Stella d’Oro CONI al Merito sportivo nel 2012​​.

L’importanza di Laguardia per il basket italiano è stata sottolineata da molte figure di spicco del settore, tra cui il Presidente della FIP, Giovanni Petrucci. La sua scomparsa è stata descritta come la perdita di un amico, un fratello e un dirigente competente e appassionato. La sua dedizione al basket si è manifestata in ogni ruolo che ha ricoperto, dalla sua attività come giocatore e allenatore fino ai suoi incarichi dirigenziali, che hanno toccato ogni aspetto del movimento cestistico, dal minibasket alla Serie A. La sua figura viene ricordata con affetto e ammirazione per il suo contributo al basket italiano, evidenziando la sua disponibilità, passione e signorilità​​.

Una grande mancanza nel basket

Gaetano Laguardia ha lasciato un’impronta indelebile nel mondo della pallacanestro italiana, grazie al suo impegno costante e alla sua visione strategica nel promuovere e sviluppare il basket a tutti i livelli. La sua scomparsa lascia un vuoto nel cuore di coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato, sia come persona che come professionista.

- Advertisement -
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Ultime News