Home Notizie Klay Thompson: la storia di un campione dei Golden State Warriors!

Klay Thompson: la storia di un campione dei Golden State Warriors!

0
303
Klay Thompson
Klay Thompson (Foto ANSA)

Klay Thompson è senza dubbio uno dei giocatori più iconici degli ultimi anni nella NBA. Con i suoi 4 anelli vinti con i Golden State Warriors, insieme a compagni di squadra come Steph Curry e Draymond Green, Thompson ha dimostrato di essere uno dei migliori tiratori della lega, con una mira mortale da tre punti che lo ha reso una minaccia costante per le difese avversarie.

Tuttavia, nonostante il suo grande successo sul campo, la carriera di Klay Thompson è stata segnata da numerosi infortuni che lo hanno costretto a saltare più di due anni di gioco. Questi infortuni hanno rappresentato un grande ostacolo per la carriera di un giocatore che, in forma, è uno dei migliori tiratori da tre punti di tutti i tempi. Ma chi è veramente Klay Thompson al di là del suo talento sul campo?

La carriera di Klay Thompson

Klay Thompson è noto come lo Splash Brother di Golden State insieme al suo compagno di squadra Steph Curry. Ma la sua storia nel mondo del basket inizia ben prima che venisse scelto come la 11ª scelta al Draft NBA del 2011 dai Golden State Warriors. Figlio di Mychal Thompson, ex giocatore dei Los Angeles Lakers e vincitore di due anelli NBA, Klay ha ereditato il talento cestistico dal padre.

Dopo aver giocato a livello liceale alla Santa Margherita High School e poi a livello universitario alla Washington State University, Klay è stato selezionato dai Warriors, dove ha avuto un impatto immediato. Il suo debutto in NBA è stato memorabile, avendo esordito il 25 dicembre 2011 con una solida prestazione contro i Los Angeles Clippers.

Klay Thompson
Klay Thompson (Foto ANSA)

Una presenza fondamentale per i Warriors

Negli anni successivi, Thompson è diventato una presenza fondamentale per i Warriors, contribuendo al successo della squadra e stabilendo alcuni primati personali. Gli appassionati di basket si ricordano ancora della sua straordinaria prestazione contro i Denver Nuggets nel 2012. In quell’occasione ha giocato 55 minuti, inclusi gli overtime, nella partita più lunga della sua carriera. Inoltre, ha registrato il suo massimo di rimbalzi in una partita contro gli Spurs l’anno successivo. Ha dimostrato la sua versatilità e la sua abilità nel contribuire a tutti gli aspetti del gioco.

A parte i suoi successi sul campo, Klay è anche noto per la sua personalità amichevole e il suo impegno verso la comunità. È stato attivo in iniziative di beneficenza e ha dimostrato di essere un modello positivo per i giovani giocatori e fan. Con il suo talento, la sua etica lavorativa e il suo approccio umile al gioco, Klay Thompson si è guadagnato il rispetto e l’ammirazione di molti. E’ diventato così uno dei volti più riconoscibili dei Golden State Warriors.