venerdì, Febbraio 23, 2024
HomeNotizieLakers: Darvin Ham ha un alleato nella squadra, ma non si tratta...

Lakers: Darvin Ham ha un alleato nella squadra, ma non si tratta di LeBron James. Ecco le indiscrezioni!

La squadra dei Lakers sta affrontando una profonda crisi sia in termini di identità che di risultati, dopo la straordinaria vittoria della NBA Cup. Le voci sulla possibile rimozione di Darvin Ham dalla sua posizione di allenatore si sono intensificate nell’ultima settimana. Tuttavia, secondo quanto riportato da Sam Amick di “The Athletic”, c’è una persona all’interno dei Lakers che sostiene e appoggia il coach in modo ancora più significativo rispetto a LeBron James, tenendo conto del suo ruolo e delle sue responsabilità.

Lakers (Foto Instagram)
Lakers in campo (Foto Instagram)

David Ham sarà ancora l’allenatore dei Lakers?

Secondo le voci che circolano e i rumors provenienti da fonti affidabili, sembrava che Darvin Ham non dovesse più essere l’allenatore dei Los Angeles Lakers. Tuttavia, non è stata la vittoria contro i Clippers, ottenuta in modo sorprendente, a salvare la sua posizione, ma piuttosto la sua stretta relazione con una figura chiave all’interno della franchigia gialloviola.

Secondo quanto riportato da Sam Amick di “The Athletic”, il posto di allenatore dei Lakers non sarebbe mai stato veramente a rischio nemmeno in caso di sconfitta contro Kawhi Leonard e la sua squadra. Certamente, il rendimento della squadra dopo la vittoria della NBA Cup a metà dicembre (4-10) ha causato una diffusa insoddisfazione tra la dirigenza e nello spogliatoio.

Tuttavia, la posizione di Ham non è mai stata veramente messa in discussione per un motivo molto semplice. Jeanie Buss, la proprietaria della franchigia, che ha l’ultima parola su un eventuale licenziamento, è l’alleata più fedele dell’allenatore. La Buss ha ribadito la sua fiducia in lui subito dopo la sconfitta contro Miami il 3 gennaio, che aveva scatenato una valanga di critiche nella sfera mediatica.

Una posizione aperta al dialogo

Dopo la delusione subita contro Miami, Ham ha deciso di avviare un nuovo dialogo con la squadra, sostenuto al cento per cento dalla dirigenza. Durante una sessione video di routine in cui l’allenatore e i giocatori analizzano insieme il filmato della partita, Ham ha richiesto un confronto aperto e senza restrizioni o influenze esterne. “Alcuni giocatori hanno preso la parola“, ha raccontato Ham, “non voglio entrare nei dettagli, ma ho apprezzato le loro parole”.

Sono d’accordo con alcune osservazioni e meno con altre, ma è stato un gesto positivo”. Non è chiaro se tra i giocatori che hanno parlato durante la sessione ci fosse LeBron James, una figura silenziosa nelle discussioni che riguardano i Lakers, sia nel loro presente che nel loro futuro. “Capisco cosa significa”, ha precisato Ham in merito, “come assistente allenatore, so cosa vuol dire lavorare con giocatori del calibro di Kobe Bryant o Giannis Antetokounmpo.”

“Ora, con LeBron, è la stessa cosa”, ha infine concluso l’allenatore, “e io sono come loro: ho vinto un titolo da giocatore con i Pistons e uno da assistente con i Bucks. So cosa significa ed è lì che desidero arrivare”.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments