venerdì, Febbraio 23, 2024
HomeNotizieLakers: il periodo buio non trova fine. Adesso è necessaria una strategia...

Lakers: il periodo buio non trova fine. Adesso è necessaria una strategia per riemergere. Ecco la situazione!

Durante la notte, LeBron James e i suoi compagni hanno subito la nona sconfitta nelle ultime dodici partite, segnando un periodo di risultati negativi dopo la gloriosa vittoria della NBA Cup. La situazione attuale si sta lentamente trasformando in un motivo di preoccupazione, poiché la classifica rivela che i Lakers hanno più sconfitte che vittorie (17-18), mettendo in dubbio la loro partecipazione ai play-in. Diventa essenziale trovare una soluzione rapida, e magari il mercato potrebbe offrire una soluzione per questo impasse.

Lakers (Foto Instagram)
Lakers in campo (Foto Instagram)

La partita dello sconforto

Sembra passato un tempo infinito, ma sono trascorse appena tre settimane da quando i Lakers hanno trionfato sugli Indiana Pacers, conquistando la loro prima NBA Cup di sempre. Nonostante molti considerino questa vittoria casuale, rimane comunque un successo che prometteva una stagione solida e piena di soddisfazioni. Tuttavia, dopo la finale a Las Vegas, i Lakers hanno subito un drastico calo fisico e di rendimento, perdendo 9 partite su 12 giocate.

La più recente di queste sconfitte è avvenuta a casa, alla Crypto.com Arena, contro gli Heat, anche se erano privi della loro stella Jimmy Butler. Questa partita, che segue la pesante sconfitta contro i New Orleans, è la seconda di una serie di 11 partite che i Lakers giocheranno a Los Angeles nel mese di gennaio, inclusa la sfida contro i Clippers. Sulla carta, ci sarebbero motivi per essere ottimisti.

Tuttavia, al momento, la squadra non ha mostrato segnali di ripresa nella sfida contro Bam Adebayo e compagni, specialmente considerando che i giocatori Rui Hachimura e D’Angelo Russell sono ancora infortunati. Il clima in casa Lakers non è dei migliori, come dimostra l’inaspettata fuga di LeBron James dopo la partita. La stella gialloviola ha rifiutato di parlare con i media, lasciando questa responsabilità ai suoi compagni e soprattutto all’allenatore Darvin Ham.

Durante la conferenza stampa, Ham ha dichiarato: “Se continuiamo così, non andremo da nessuna parte“, sottolineando l’importanza delle assenze che rendono difficile trovare una continuità nel gioco di squadra: “È difficile trovare il ritmo giusto quando si è costretti a cambiare la formazione iniziale ad ogni partita”.

Si cercano soluzioni per i Lakers

Oltre alle tradizionali giustificazioni, è però giunto il momento sulla sponda gialloviola di Los Angeles di focalizzarsi sulle possibili soluzioni alla evidente crisi della squadra. “Non resteremo fermi a guardare” ha sottolineato Ham durante la conferenza stampa successiva alla sconfitta contro Miami, “cercheremo ogni via possibile per correggere la situazione“. Tuttavia, al momento il coach ritiene che queste soluzioni non coinvolgano il mercato, ma siano interne.

Dobbiamo attaccare e diventare più aggressivi, ma è necessario che i giocatori assumano le proprie responsabilità” ha spiegato Ham, riferendosi soprattutto ai giocatori che sono arrivati ai Lakers durante l’estate, “Li abbiamo reclutati perché sappiamo quali contributi possono offrirci, ora è il momento di fare un passo avanti e trovare il modo di aiutare la squadra”.

Infine, Ham non ha escluso la possibilità di tornare al quintetto con Russell, Vanderbilt e Reaves che aveva fatto molto bene nella seconda metà della scorsa stagione, ma che è stato in gran parte abbandonato all’inizio di questa stagione per sperimentare nuove tattiche. Tuttavia, dati i risultati deludenti, è probabile che queste nuove tattiche vengano abbandonate presto.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments