venerdì, Febbraio 23, 2024
HomeNotizieLeBron James: la lega conferma che il tiro contro Minnesota, era da...

LeBron James: la lega conferma che il tiro contro Minnesota, era da due punti. La polemica sulla sconfitta!

La controversia riguardante il tiro segnato da LeBron James a Minneapolis ha avuto la sua conclusione definitiva. E la NBA ha confermato la decisione presa dagli arbitri e dal replay center, che hanno valutato il tiro come da due punti. E non da tre come richiesto dal giocatore.

La motivazione per questa scelta è stata l’assenza di prove “chiare ed evidenti” che dimostrassero un errore nella scelta del campo. Inoltre, è stato confermato che la punta della scarpa di James ha toccato la linea da tre punti. Nonostante le forti proteste del Re per una tripla che avrebbe portato il punteggio in parità a soli 2.3 secondi dalla fine, la decisione è stata confermata dalla NBA.

LeBron James (Foto Instagram)
LeBron James durante una partita con i Lakers (Foto Instagram)

LeBron James non si aggiudica il tiro da 3 punti

Nel giorno in cui LeBron James ha compiuto 39 anni, la sua partita è stata rovinata dalla sfortuna. Nonostante un grande sforzo che avrebbe potuto pareggiare il punteggio, ha perso sul campo dei Minnesota Timberwolves. Mentre si preparava per il tiro decisivo, il suo piede ha accidentalmente toccato la linea dei tre punti. Come confermato anche dal rapporto “Last 2-Minute Report” pubblicato dalla NBA sul loro sito. Nel documento, la NBA ha spiegato che in un primo momento l’arbitro in campo aveva giudicato il tiro di James come un tiro da due punti.

Dopo una revisione da parte degli arbitri nel Replay Center, però, non è stata trovata una prova chiara ed evidente per cambiare la decisione. Infatti, nel replay si è visto chiaramente come il piede destro di James abbia toccato la linea dei tre punti con la punta della scarpa quando si è alzato per saltare. Questo rende il tiro valido solamente per due punti, in quanto, affinché un tiro valga tre punti, il giocatore non deve toccare la linea fino a dopo che il pallone è stato rilasciato.

La polemica sulla sconfitta

James e tutti i Lakers si sono fortemente lamentati riguardo alle immagini mostrate sugli schermi a bordo campo e successivamente sui social. Il Re ha persino pubblicato uno screenshot dei piedi posizionati dietro la linea dei tre punti.

Tuttavia, come specificato dalla NBA, è nel momento in cui il giocatore stacca da terra che avviene il contatto (anche se in modo molto piccolo) con la linea. Non quando entrambi i piedi sono ancora a terra come mostrato nella foto condivisa da James.

Di conseguenza, il tiro è stato considerato un due punti anziché un tre punti. Questo ha lasciato i Lakers con un punto in meno e costringendoli a fare fallo, perdendo poi la partita.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments