venerdì, Febbraio 23, 2024
HomeNotizieNBA partite: grande sfida tra Embiid e Jokic, Suns rimontano e OKC...

NBA partite: grande sfida tra Embiid e Jokic, Suns rimontano e OKC ko contro i Clippers. Ecco i risultati!

In uno scontro epico tra gli ultimi tre MVP della lega, Joel Embiid prevale su Nikola Jokic e conduce trionfalmente Philadelphia a una vittoria di portata fondamentale. Nel frattempo, Kevin Durant e Grayson Allen (che ha realizzato ben nove triple) si sono distinti nella fantastica rimonta di Phoenix contro Sacramento, nonostante la straordinaria tripla doppia di Domantas Sabonis. Infine, i Clippers hanno saputo imporsi contro OKC con un’impressionante prestazione di Paul George nel finale del match. Ecco i risultati dell’NBA partite disputate questa notte!

Nba partite (Foto Instagram)
Nba partite: Phoenix Suns vs Sacramento Kings (Foto Instagram)

NBA partite: Phoenix Suns vs Sacramento Kings 119-117

Phoenix sembrava aver perso la partita quando si trovava sotto 113-96 nel quarto quarto, anche dopo essere stati indietro di ben 22 punti. Ma poi i Suns hanno avuto una rimonta incredibile, segnando 23 punti contro i soli 4 dei loro avversari. Kevin Durant e Eric Gordon hanno contribuito a questa rimonta con diverse triple, rispettivamente 27 punti con 4/8 dall’arco per Durant e 13 punti per Gordon dalla panchina. La vittoria di Phoenix è stata possibile grazie alle eccellenti prestazioni di Booker e Nurkic, entrambi con doppie doppie, ma soprattutto grazie alle 9 triple (record di franchigia) e ai 29 punti di Grayson Allen.

Prima di questa rimonta, i Kings sembravano incontenibili, con De’Aaron Fox che ha segnato 33 punti, inclusi 6/10 da tre punti, e ha anche distribuito 6 assist. Keegan Murray ha tirato il 60% dall’arco (3/5) e ha concluso con 18 punti, mentre da parte dei Suns, Vezenkov ha fatto bene dalla panchina con 14 punti e Monk ne ha segnati 13, anche se con brutte percentuali (5/16).

Inoltre, non possiamo dimenticare la prestazione straordinaria di Domantas Sabonis, che ha registrato la sua seconda tripla doppia consecutiva, l’11^ stagionale. Con soli due giorni di distanza dalla tripla doppia contro i Bucks e Antetokounmpo, Sabonis ha dimostrato di essere un giocatore eccezionale. Ha segnato 21 punti, ha preso 12 rimbalzi e ha distribuito 11 assist, e ha sparato con un impressionante 9/11 al tiro, incluso un tiro da tre punti. Purtroppo, come accaduto contro Milwaukee, il suo grande sforzo non è stato sufficiente per ottenere la vittoria.

L.A. Clippers vs Oklahoma City Thunder 128-117

Durante la giornata in cui Silver e la NBA ufficializzano i Clippers come organizzatori dell’All-Star Game del 2026 presso il nuovo Intuit Dome, la squadra di Los Angeles celebra anche in campo vincendo una partita di vertice contro i Thunder, nella conference Ovest. I padroni di casa sono pericolosamente vicini a lasciarsi sfuggire la vittoria quando OKC si porta avanti nel quarto tempo, compiendo una rimonta impressionante da un distacco di 13 punti a un vantaggio di 1.

Tuttavia, Paul George e i suoi compagni mostrano il loro orgoglio e, dopo la sconfitta subita contro i Timberwolves di Minnesota, tornano alla vittoria, ottenendo il nono successo nelle ultime 11 partite. Durante l’episodio in cui OKC prende il comando, Paul George fa la differenza, segnando 11 dei 14 punti finali della sua squadra. Il numero 13 dei Clippers non accetta la sconfitta e sono i suoi 18 punti segnati nell’ultimo quarto a trascinare la squadra alla vittoria.

In una prestazione che gli porta a segnare complessivamente 38 punti, ben 28 arrivano nella seconda metà della partita. Le percentuali di Paul George parlano da sole: 15 su 24 dal campo, di cui 6 su 12 da tre punti, oltre a 7 rimbalzi, 5 assist e 3 recuperi. Completa l’opera, contribuendo con 16 punti, anche il duo Leonard e Harden.

NBA partite: Philadelphia 7ers vs Denver Nuggets 126-121

Bloccati dai disagi del maltempo a Denver, i Nuggets hanno raggiunto Philadelphia con un notevole ritardo di 5 ore. Nonostante ciò, hanno cercato con determinazione di rimanere in partita contro i Sixers, grazie alle prestazioni eccezionali di Jokic che ha realizzato 25 punti e catturato 19 rimbalzi, di cui ben 11 nel settore offensivo, anche se ha registrato solamente 3 assist.

Porter Jr. ha contribuito con 20 punti, mentre Murray ha realizzato una doppia doppia con 17 punti e 10 assist. Purtroppo, la difesa di Denver non è mai riuscita a fermare l’attacco di Philadelphia, che ha tirato quasi il 57% dal campo e il 49% da tre punti. L’ultimo quarto è stato decisivo, con i Sixers che l’hanno vinto per 27-17. Nell’atteso scontro tra MVP, a uscire vincitore è stato Joel Embiid, che ha replicato con straordinari 41 punti, 7 rimbalzi e 10 assist, dopo aver già inflitto 41 punti ai Rockets la sera precedente.

Embiid si è dimostrato in grado di eccellere anche nella specialità di Jokic, gli assist. Ottime sono state le percentuali di tiro di Embiid, chiudendo con 13 su 22 (compresi 3 su 6 da dietro l’arco) e 12 su 15 dalla lunetta. Maxey e Harris hanno contribuito in modo significativo al successo dei Sixers, segnando rispettivamente 25 e 24 punti.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments