mercoledì, Aprile 24, 2024
HomeNotizieNikola Jokic: i suoi Nuggets battono i Warriors di Curry. Il segreto...

Nikola Jokic: i suoi Nuggets battono i Warriors di Curry. Il segreto sono i 18/18 ai tiri liberi. Ecco i risultati!

Nel giorno di Natale si sfidano i due ultimi vincitori del campionato NBA: i Denver Nuggets di Nikola Jokic (22-10) e i Golden State Warriors di Stephen Curry (15-15). In un’emozionante partita giocata in Colorado, i padroni di casa riescono a strappare con fatica una vittoria che porta la loro serie di successi consecutivi a cinque. Nonostante una giornata difficile al tiro, con soli 4 su 12 tentativi andati a segno, Jokic riesce comunque a produrre 26 punti, con un perfetto 18 su 18 dalla lunetta, aggiungendo anche 14 rimbalzi e 8 assist.

I Warriors, invece, pagano una cattiva percentuale al tiro da tre punti, con soli 14 segnature su 40 tentativi, di cui 3 su 14 per Curry, che termina la partita con 18 punti. Nonostante il tentativo di Andrew Wiggins di guidare l’attacco nel finale, il suo contributo di 22 punti (ex giocatore dei Timberwolves) non è sufficiente per portare alla vittoria la squadra di Golden State.

Nikola Jokic (Foto Ansa)
Nikola Jokic insieme ai compagni di squadra dei Denver Nuggets (Foto Ansa)

Le parole di Nikola Jokic

La serata natalizia si presenta poco favorevole per Nikola Jokic, che non riesce ad avere una percentuale di successo elevata al tiro. Nonostante ciò, l’MVP delle passate Finals riesce a realizzare 26 punti, ma solo con un modesto 4 su 12 dal campo. Il trucco sta nel numero 15 dei Denver Nuggets, che, vincendo in casa per 120-114 contro i Warriors, decide di non ostinarsi a tirare ma di essere efficace all’interno dell’area, dove la squadra di Golden State manca della fisicità necessaria per contrastarlo.

Oltre a conquistare ben 14 rimbalzi, Jokic riesce a ottenere una perfetta percentuale di 18 su 18 dalla linea del tiro libero, una statistica che irrita fortemente Steve Kerr. Questa abilità di Jokic apre la partita per i Denver Nuggets, che comunque possono contare su Jamal Murray, un eccellente realizzatore che segna 28 punti con un ottimo 10 su 18 dal campo.

“Essendo consapevole dei miei errori nei tiri, ho deciso di essere più aggressivo in un altro modo, fisicamente. Queste sono serate che possono capitare”, afferma Nikola Jokic.

Nikola Jokic riflette sulle difficoltà della squadra

Prima dell’inizio della partita di lunedì, i Nuggets occupavano l’ultimo posto nella classifica dei tiri liberi con una percentuale del 73%, piazzandosi anche tra le ultime 10 squadre per il numero di tentativi di tiri liberi ogni 100 possedimenti.

Una delle ragioni per questa bassa percentuale di tiri liberi è stata evidenziata da Jokic, il quale ha sottolineato che i Nuggets non sono stati sufficientemente aggressivi nell’attaccare il ferro.

“Sembrerebbe che, anche in transizione, stiamo prediligendo i tiri da tre punti, quindi non ci stiamo dando l’opportunità di andare in lunetta” ha dichiarato Nikola Jokic.

Nonostante ciò, Denver è riuscita a conquistare il quinto successo consecutivo nella parte finale della partita, rimanendo al passo dei Minnesota Timberwolves, distanti solamente di 2 partite. I Nuggets hanno l’obiettivo di raggiungere la vetta della classifica nella conferenza Ovest.

Il tabellino

I Nuggets superano i Warriors con un punteggio di 120-114. Murray è il top scorer della serata con 28 punti, mentre Jokic mette a segno una prestazione eccezionale con 26 punti, 14 rimbalzi e 8 assist. Porter Jr. contribuisce con 19 punti, mentre Gordon e Caldwell-Pope chiudono entrambi con 16 punti. Dai Warriors, Wiggins guadagna 22 punti, seguito da Curry con 18. Saric, Podziemsky, Kuminga e Paul finiscono la partita a quota 13 punti ciascuno.

- Advertisement -
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Ultime News