martedì, Luglio 23, 2024
HomeAltri sportObiettivo Juventus: Samardzic, tra presente e futuro bianconero

Obiettivo Juventus: Samardzic, tra presente e futuro bianconero

Signore e signori appassionati del mondo del pallone, tenetevi forte perché le ultime notizie di mercato stanno facendo tremare l’intero universo calcistico! La Juventus, la Vecchia Signora del calcio italiano, ha ancora una volta posato i propri occhi di falco sul gioiello serbo-tedesco, il fenomeno dell’Udinese Lazar Samardzic. Si, avete letto bene, il centrocampista è ancora una volta nel mirino dei bianconeri, e la passione per il talento del classe 2002 non conosce stagioni!

La scorsa estate e il mercato invernale non hanno visto l’epilogo sperato, ma fate attenzione perché la telenovela di mercato potrebbe avere il suo colpo di scena già a giugno. Stasera, sotto i riflettori dell’Allianz Stadium, il maestro del pallone Samardzic sarà protagonista, e non solo sul terreno di gioco, perché a fare il tifo ci sarà anche la famiglia, compreso il padre Mladen, che oltre a essere il primo supporter, cura con mani esperte gli interessi del ragazzo.

Il plot si infittisce, perché la presenza del padre-agente a Torino non è certamente casuale. È tempo di strette di mano, sguardi complici e colloqui in segreto per la Juventus e l’entourage di Samardzic. I contatti precedentemente interrotti? Pura tattica, perché le linee tra il quartier generale bianconero e Mladen non sono mai state davvero silenti, nemmeno dopo la rottura con l’avvocato Rafaela Pimenta.

L’aria è carica di tensione, perché Cristiano Giuntoli, capo dell’area sportiva juventina, Giovanni Manna, direttore sportivo, e Mladen, il padre-agente, hanno un buon feeling, e l’incontro di oggi potrebbe essere il terreno fertile per piantare i semi di un futuro accordo.

Samardzic sarebbe molto gradito ad Allegri

Rivoltiamo ora la pagina alla finestra di mercato di gennaio, quando il comando strategico della Juventus alla Continassa stava delineando la mossa perfetta per anticipare tutti e portare a Torino la stella nascente. Ma, oh destino crudele, gli ostacoli economici e l’indice di liquidità hanno frenato le ambizioni, costringendo la Vecchia Signora a fermarsi al prestito senza obbligo di riscatto, proprio come avvenuto per l’arrivo di Carlos Alcaraz. L’Udinese, come una roccaforte inespugnabile, ha resistito agli assalti, e Lazar è rimasto ancorato al suo porto friulano.

Con l’estate alle porte, l’arcano si dipana. La Juventus, armata della volontà ferrea di Samardzic di vestire il bianconero, si prepara a sferrare il colpo, puntando su un prestito con opzione d’acquisto. La controparte friulana, però, non molla la presa e si trincera dietro le richieste di cessione immediata o di un prestito con obbligo di riscatto a cifre astronomiche.

Il destino del campionato dell’Udinese potrebbe mescolare le carte in tavola, e la retrocessione potrebbe aprire scenari impensati, ma occhio, signori! Perché già oggi la dirigenza della Juventus potrebbe giocare una carta vincente grazie alla presenza strategetica di Mladen a Torino. Siate pronti, perché la partita di mercato è appena iniziata!

- Advertisement -
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Ultime News