lunedì, Febbraio 26, 2024
HomeNotiziePallacanestro Varese: per Nico Mannion è subito amore. Ecco le parole del...

Pallacanestro Varese: per Nico Mannion è subito amore. Ecco le parole del giocatore e il calore dei tifosi!

Il debutto di Nico Mannion nella Pallacanestro Varese, è stato straordinario: ha segnato 26 punti, di cui 21 nel quarto periodo, portando i suoi nuovi compagni di squadra alla vittoria con giocate spettacolari. La sua unione con Varese sembra essere stata un colpo di fulmine, caratterizzata da una perfetta sintonia: il Red Mamba, indossando la maglia rossa della squadra di Bialaszewski, ha immediatamente dimostrato il suo talento. “È stata un’esperienza meravigliosa, la gente mi fa sentire davvero importante. Sono felice di far parte di questa squadra”.

Pallacanestro Varese (Foto Ansa)
Pallacanestro Varese: Nico Mannion nella partite Italia vs Ucraina 2022 (Foto Ansa)

La presentazione di Nico Mannion come membro ufficiale della Pallacanestro Varese

Durante la sua presentazione ufficiale, Mannion ha fatto una foto di ciò che ha visto. “Era un ambiente unico, diverso da quello americano ma anche da quello europeo. Luis (Scola, attuale amministratore delegato) stava allenandosi con noi in palestra, e mi sono subito legato ai miei compagni di squadra che mi hanno fatto sentire come a casa. Per quanto riguarda il lato tecnico, devo ancora capire un po’ la situazione per potermi integrare al meglio”.

Tra le connessioni immediate, c’è anche quella con l’allenatore Bialaszewski. “Parliamo molto. Durante l’intervallo della partita contro Pesaro, mi ha detto che non potevo giocare peggio di come avevo fatto nei primi due quarti, ed aveva ragione. Alla fine, mi ha abbracciato. Apprezzo molto la sua tranquillità e la sua capacità di relazionarsi bene con i giocatori”.

Le parole di Nico Mannion e l’amore ricevuto dai tifosi

Il giocatore ha raccontato successivamente l’evoluzione del suo trasferimento. “È stata un’esperienza intensa, ho avuto una conversazione con Luis e sapevo che avremmo concluso la trattativa in pochi giorni. Tutto si è svolto in modo fulmineo, in circa 36 ore. Per quanto riguarda il motivo per cui ho giocato poco negli ultimi anni, non è stata una mia decisione, ma piuttosto scelte fatte dagli allenatori. Tuttavia, continuo a lavorare duramente ogni giorno per migliorare”.

Il padre del giocatore è stato un idolo per i tifosi di Cantù. “Sono consapevole della rivalità tra le due squadre, ma devo dire che molte persone di Cantù mi hanno manifestato gioia per il mio arrivo qui a Varese“. Sullo sfondo, ci sono anche i pensieri del giocatore riguardo all’NBA e alla Nazionale.

Non sto pensando troppo all’America, se ci sarà un’opportunità, accadrà. Al momento, sono qui e intendo concentrarmi completamente su questa difficile stagione con Varese. Ho un buon rapporto con il coach Poz, siamo vicini e rimaniamo sempre in contatto. Tuttavia, non c’è mai stata la possibilità di trasferirmi all’ASVEL“.

Nico ha rivelato che, al di fuori del campo da gioco, è un ragazzo tranquillo che trascorre molto tempo a casa con la sua famiglia e i suoi amici. Come tutti, si gusta i piaceri della vita semplice, che consistono nel mangiare e dormire.

E questa semplicità si riflette anche nella sua prima esperienza nel mondo del basket biancorosso. Infatti, il suo primo “pranzo” da calciatore consisteva in un paio di panini farciti con prosciutto, presi all’uscita dell’autostrada di Fidenza, mentre si dirigeva verso Varese. Tutto questo per arrivare in tempo alla sala riunioni della Legabasket e depositare il contratto entro i termini stabiliti. Due giorni dopo a Pesaro, Nico ha dimostrato ancora una volta la sua abilità nel risollevare la squadra di basket Openjobmetis.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments