martedì, Giugno 25, 2024
HomeNotiziePartite NBA: Sixers e Warriors sconfitti, per i Lakers vittoria comoda, T'Wolvres...

Partite NBA: Sixers e Warriors sconfitti, per i Lakers vittoria comoda, T’Wolvres salvataggio in extremis!

Le partite NBA disputate questa notte hanno trionfare Pacers e Kings a discapito di Philadeplhia e Golden State. I Lakers ritrovano la vittoria in un match tranquillo, mentre i Minnesota hanno lottato fino all’ultimo secondo per portarsi a casa una meritata vittoria. Ma vediamo i risultati e le prestazioni in campo delle squadre!

Partite NBA
Partite NBA: Indiana Pacers vs Philadelphia 76ers

Partite NBA: Indiana Pacers-Philadelphia 76ers 134-122

L’Indiana ha ottenuto la sua prima vittoria (25-20) dopo l’acquisto di Siakam, giocatore chiave in questa partita. L’ex ala dei Raptors ha messo in mostra una tripla doppia impressionante con 26 punti, 13 rimbalzi e 10 assist, proprio contro il suo ex allenatore Nick Nurse. Questa vittoria è un importante risultato per i Pacers, che avevano perso tre partite consecutive. Dominando contro i Philadelphia 76ers (29-14), sono stati avanti dal primo canestro fino alla fine.

Inoltre, questa vittoria ha una duplice celebrazione: è arrivata nel giorno in cui Haliburton è stato annunciato come titolare all’All Star Game, anche se non ha potuto giocare in questa partita. Come ciliegina sulla torta, gli Indiana Pacers hanno limitato Embiid, l’MVP in carica, a “soli” 31 punti con un -20 di plus/minus per gli ospiti quando lui era in campo. L’Indiana ha tirato con un impressionante 57% dal campo e tutti e cinque i giocatori del quintetto base hanno segnato almeno dieci punti, dimostrando il loro attacco spettacolare.

Per i Philadelphia 76ers, che avevano diverse assenze tra cui Harris, Melton e Morris, Embiid è stato il giocatore più prolifico con 31 punti, supportato da Maxey con 22 punti e Council/Martin con 11 punti. Embiid ha preso anche 7 rimbalzi, mentre Beverley/Smith ha distribuito 5 assist.

Golden State Warriors-Sacramento Kings 133-134

Due squadre rivali, entrambe in crisi, si sfidano in una partita emozionante che si decide all’ultimo secondo. Tuttavia, il match è caratterizzato da numerosi errori commessi da entrambe le squadre. La svolta avviene quando mancano solo 22″ al termine, con Sabonis che realizza una schiacciata decisiva. Questo canestro arriva dopo due rimbalzi offensivi concessi dai Warriors, un grave errore che permette al lituano di segnare facilmente, poiché viene completamente ignorato dalla difesa di coach Kerr.

I Dubs (19-23) avevano conquistato il primo vantaggio nel secondo tempo con una schiacciata di Kuminga, ma poi si incagliano provando a rispondere a Sabonis, concludendo con un tiro assurdo per gestire il cronometro e perdendo il possesso a causa di un contrasto di Barnes. Successivamente, Huerter sbaglia due tiri liberi sotto pressione, mentre Curry ha la possibilità di vincere la partita all’ultimo secondo, ma la palla gli viene rubata da Fox, impedendogli anche solo di tentare il tiro.

In sostanza, viene giocata una volata all’inverso, ma alla fine qualcuno deve vincere e sono i Kings (25-18) a festeggiare, nonostante abbiano perso 4 delle ultime 5 partite. Barnes gioca al massimo delle sue capacità, realizzando 39 punti, proprio lui che è oggetto di voci di mercato.

Partite NBA: Los Angeles Lakers-Chicago Bulls 141-132

I Lakers celebrano una vittoria confortante, che li porta a un bilancio equilibrato di 23 vittorie e 23 sconfitte per la stagione. In questa rara occasione, James, Davis e Reaves segnano tutti almeno 20 punti, ma le performance più gratificanti per l’allenatore Ham sono quelle di Russell e Vanderbilt, che mettono a segno rispettivamente 29 e 17 punti. Recentemente, entrambi hanno mostrato una maggiore determinazione nel momento in cui si è paventata l’ipotesi di un possibile scambio.

A Chicago (21-25), priva di LaVine, il carismatico DeRozan trascina la squadra con il solito impegno. Tuttavia, i Lakers concedono agli avversari uno sconcertante 61% al tiro, dimostrando che senza una buona difesa non è possibile ottenere una vittoria in trasferta.

Brooklyn Nets-Minnesota Timberwolves 94-96

Minnesota riesce a salvarsi in extremis, grazie a un canestro di Gobert con solo 58″ rimasti sul cronometro. Nonostante il vantaggio di 17 punti accumulato nel 3° quarto, i Wolves (32-13) rischiano di sprecare tutto, venendo raggiunti sul 94 pari. Ma Bridges, con soli 2″ rimasti, sbaglia il primo tiro libero e un’infrazione viene chiamata sul secondo mancato. Questo evita ai Nets (17-27) di ottenere la rimonta vincente.

La squadra allenata da Vaughn ha perso 7 delle ultime 8 partite e sta cadendo sempre più in basso. Tuttavia, c’è almeno una buona notizia. Ben Simmons, assente per due mesi e mezzo a causa di un infortunio alla schiena, sta per fare il suo ritorno. Potrebbe scendere in campo lunedì contro Utah.

- Advertisement -
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Ultime News