martedì, Luglio 23, 2024
HomeNotizieBasket serie A: effetto sosta. Per la Virtus Segafredo Bologna il riposo...

Basket serie A: effetto sosta. Per la Virtus Segafredo Bologna il riposo può servire a ripartire con più grinta!

Il dialogo tra Eurolega e Fiba, avviato e concluso con successo nel mese di febbraio, ha portato ad un accordo storico che ha eliminato definitivamente la sovrapposizione tra l’attività delle squadre nazionali e le partite della prestigiosa competizione continentale. Grazie a questa soluzione, i club di basket serie A, non si trovano più nella difficile situazione di dover gestire le richieste delle diverse federazioni riguardo ai giocatori da mettere a disposizione dei vari commissari tecnici: ora possono concentrarsi al meglio sui propri impegni senza dover fare i conti con dilemmi e complicazioni.

Basket serie A
Basket serie A: Virtus Segafredo Bologna

Basket serie A: la Virtus ha bisogno di fermarsi

Il nuovo contesto in cui si trova la Virtus offre un ulteriore beneficio: in questo momento più che mai la squadra di Luca Banchi ha bisogno di fermarsi, respirare profondamente e riprendere con calma la routine quotidiana. L’eliminazione dalla Coppa Italia deve ancora essere elaborata da giocatori e staff, e nonostante la società abbia mantenuto un atteggiamento silenzioso, ha espresso chiaramente il proprio disappunto fissando un allenamento il giorno successivo alla sconfitta contro Reggio Emilia.

I senatori come Daniel Hackett, Marco Belinelli o Bryant Dunston hanno la giusta esperienza per uscire dal pantano che può generarsi quando non si raggiunge un obiettivo alla portata. Per gli altri giocatori, cambiare un po’ aria potrebbe fare bene, magari dando sfogo alla rabbia per un approccio sbagliato nella gara contro i biancorossi.

Tuttavia, c’è un’eccezione a questo discorso che riguarda Toko Shengelia, che ha bisogno di riposare per ritrovare la forma dopo un infortunio di media durata. Il lungo georgiano sarà invece impegnato con la sua nazionale in due importanti partite: venerdì contro la Danimarca di Iffe Lundberg e lunedì contro la Serbia con Ognjen Dobric.

Arrivano gli Europei e le Nazionali

Dopo il termine della Coppa Italia, ora è il momento delle Nazionali che si preparano per la prima finestra internazionale di febbraio dedicata alle qualificazioni per i Campionati Europei. La presenza dei giocatori della Segafredo sarà significativa, con 6 in campo, 3 in panchina e 1 nello staff tecnico.

A inaugurare questa serie sarà la Lettonia di coach Rihards Lomažs, che il 22 febbraio sfiderà la Spagna a Saragozza nel gruppo C, per poi affrontare la Slovacchia a Riga 3 giorni dopo.

Le stesse date vedranno la Nazionale Azzurra (gruppo B) di Alessandro Pajola e Achille Polonara in azione a Pesaro contro la Turchia il 22, e a Szombathely contro l’Ungheria il 25. Tutti gli altri giocatori bianconeri giocheranno invece il 23 e il 26.

Isaia Cordinier sarà impegnato con la Francia (gruppo E) contro la Croazia a Brest e in Bosnia, mentre la Danimarca di Iffe Lundberg (gruppo G) affronterà la Georgia di Shengelia a casa il 23 e la Finlandia di coach Lassi Tuovi a Espoo il 26. Nello stesso gruppo, la Serbia di Ognjen Dobric e coach Nenad Jakovljević giocherà contro la Finlandia al Pionir il 23 e volerà a Tbilisi per sfidare la Georgia di Shengelia il 26.

- Advertisement -
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Ultime News