Home Notizie Dinamo Sassari: cambio di mentalità e di attacco. È davvero questo il...

Dinamo Sassari: cambio di mentalità e di attacco. È davvero questo il segreto per la ripartenza della squadra?

0
1549
Dinamo Sassari

Dopo un breve periodo di pausa di quasi una settimana per recuperare energie e godersi un po’ di tempo libero lontano dallo stress del palazzetto, è finalmente arrivato il momento di ritornare in pista e riprendere il duro lavoro sul parquet. È qui che la Dinamo Sassari potrà gettare le basi per costruire il proprio destino e cercare di raggiungere i propri obiettivi stagionali.

Nel frattempo, durante la pausa, la squadra ha visto il Napoli aggiudicarsi la Coppa Italia, ma ora è tornata ad allenarsi con determinazione e la voglia di migliorare in ogni aspetto del gioco. L’obiettivo è quello di perfezionare ogni dettaglio, perché tra marzo e aprile si decideranno gli ultimi verdetti e ogni singolo momento potrebbe essere cruciale per il destino della stagione in Serie A.

Dinamo Sassari
Dinamo Sassari vs Trento

La ripartenza della Dinamo Sassari

Markovic ha ritrovato la squadra, ad eccezione di Vasilis Charalampopoulos e Kaspar Treier, che sono impegnati nelle partite internazionali con le rispettive nazionali di Grecia ed Estonia nel prossimo fine settimana. La convocazione dell’ala estone era attesa, ma quella del giocatore greco è stata una sorpresa, dato che non veniva chiamato dal novembre 2022.

Questo dimostra il buon momento di forma del giocatore, che ha mostrato una notevole crescita da quando la Dinamo ha adottato il sistema tattico con quattro difensori, dimostrandosi capace di interpretare le richieste del tecnico bosniaco con grande intelligenza. Ora, la squadra deve assorbire e mettere in pratica queste richieste non solo mentalmente, ma anche sul campo di gioco, in tutta la durata dei quaranta minuti.

Il tempo stringe e il calendario è sempre più fitto, mentre la classifica rappresenta l’obiettivo da centrare per dare maggiore fiducia ai tifosi, che per ora temono soprattutto la retrocessione.

Variazioni nella strategia di attacco

La Dinamo Sassari si trova attualmente in una situazione critica, con la necessità di migliorare urgentemente il proprio gioco offensivo. Nonostante la dodicesima sconfitta in campionato, la squadra resta la settima miglior difesa con una media di 81.6 punti subiti a partita. Tuttavia, il divario rispetto agli avversari è evidente e rappresenta un campanello d’allarme costante.

Il rendimento dell’attacco è altrettanto preoccupante, con la squadra al quindicesimo posto con soli 75.7 punti a partita. Le prestazioni lontano da casa sono state particolarmente deludenti, con una media di soli 68.2 punti segnati, rispetto ai 83.1 segnati in casa. È essenziale migliorare il gioco di squadra e trovare un migliore equilibrio tra i giocatori, soprattutto considerando le assenze significative come quella di Bendzius.

Ridurre le palle perse e ottenere maggiore contributo da tutti i giocatori saranno fondamentali per ottenere risultati positivi. La fiducia della società nei confronti della squadra è evidente, ma ora è il momento di dimostrare il proprio valore sul campo e conquistare di nuovo il sostegno dei tifosi. Con l’obiettivo di migliorare la classifica e concludere la stagione con successo, la Dinamo Sassari deve fare tesoro delle esperienze passate e lavorare duramente per raggiungere i propri obiettivi.