martedì, Aprile 23, 2024
HomeNotizieJimmy Butler: dopo la squalifica NBA per la rissa tra Heat e...

Jimmy Butler: dopo la squalifica NBA per la rissa tra Heat e Pelicans, ironizza su Instagram. Ecco come!

La NBA ha preso provvedimenti riguardo all’alterco avvenuto durante la partita tra i Pelicans e gli Heat. Due giorni dopo l’incidente, sono state annunciate le squalifiche per Jimmy Butler e Naji Marshall, entrambi penalizzati con una partita di stop per le loro azioni che hanno contribuito a far degenerare la situazione sul campo. Tutto è iniziato con un fallo di Kevin Love su Zion Williamson.

Inoltre, Jose Alvarado e Thomas Bryant sono stati squalificati per tre partite a causa del loro coinvolgimento nella rissa, in particolare per aver abbandonato la panchina e tentato di colpire gli avversari. Nikola Jovic, invece, è stato sanzionato con una partita di stop per essersi intromesso nella lite tra Butler e Marshall dopo aver lasciato la sua panchina.

Jimmy Butler
Jimmy Butler durante la rissa tra Heat e Pelicans

Le sospensioni verranno scontate tra domenica e giovedì, con i cinque giocatori che dovranno restare fuori campo durante questo periodo. La rivincita tra Miami e New Orleans è prevista per il 22 marzo, un’occasione in cui entrambe le squadre potranno dimostrare di essere capaci di competere in modo leale e sportivo.

Jimmy Butler la prende sul ridere

Dopo aver appreso della decisione della NBA di squalificarlo, Jimmy Butler ha deciso di reagire con un pizzico di ironia utilizzando i social media. Sul suo profilo Instagram ha condiviso dei meme divertenti per commentare la situazione. In primo luogo, ha postato un fotomontaggio in cui compare insieme a Nikola Jovic, definendolo scherzosamente come il responsabile della sua squalifica e attribuendogli la colpa con scritto “Tutta colpa di Jovic” e indicando la posizione come “Miami-Dade County Jail”.

Successivamente ha condiviso tre brani musicali nelle sue storie: “Locked Up”, “Jail” e “Life”. In risposta a ciò, Jovic ha scherzosamente chiesto a Butler di pagare la sua multa. Questa situazione mostra come Butler abbia affrontato con spirito sportivo e umorismo la sua squalifica, coinvolgendo anche i suoi compagni di squadra.

Coach Erik Spoelstra non è contento

La decisione di sospensione, soprattutto per Jimmy Butler, ha suscitato la disapprovazione di Erik Spoelstra, il quale ha dichiarato: “Non sapevo cosa aspettarmi dopo quanto accaduto. A questo punto, però, non ha molta importanza. Hanno preso la loro decisione e dobbiamo accettarla. Personalmente, ritengo che Jimmy non avrebbe dovuto essere sospeso per una partita intera”.

È stato coinvolto in una sorta di alterco con alcuni spintoni, ma non credo che meritasse un’altra partita di sospensione dopo essere stato espulso nel quarto quarto della partita precedente. Ma va bene così, questa è stata la decisione della Lega ed è ciò che dobbiamo rispettare”.

Tra i giocatori sospesi c’erano anche Bryant e Jose Alvarado, che sono entrambi intervenuti dalla panchina durante la rissa. Bryant ha commentato: “Dal mio punto di vista, sono entrato in campo per cercare di calmare gli animi. Non volevo che nessuno dei miei compagni si facesse male e nemmeno io volevo finire coinvolto in qualche situazione sgradevole. Purtroppo, le cose non sono andate come speravo”.

Invece, Jimmy Butler ha preso la sospensione con filosofia, dichiarando: “La sospensione? Non mi sorprende affatto. Praticamente ho esteso il mio periodo di pausa dell’All-Star break”.

- Advertisement -
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Ultime News