Home Notizie Pallacanestro Varese si guarda intorno: difficile arrivare a Gilmore, la squadra vira...

Pallacanestro Varese si guarda intorno: difficile arrivare a Gilmore, la squadra vira su Nuni Omot!

0
68
Pallacanestro Varese

Pallacanestro Varese è attiva sul mercato e sta ora considerando attentamente le proprie opzioni. Alcuni giocatori stanno attirando attenzione positiva, come ad esempio Nuni Omot, le cui quotazioni stanno aumentando. Tuttavia, c’è anche la considerazione di ridurre il coinvolgimento di Michael Gilmore, le cui valutazioni stanno diminuendo. Queste decisioni sono parte di un processo approfondito per migliorare la squadra con nuovi rinforzi internazionali prima del termine della stagione.

Pallacanestro Varese
Pallacanestro Varese punta a Nuni Omot

La situazione con Michael Gilmore

L’ala forte americanobelga, Michael Gilmore, legata contrattualmente al Paok Salonicco, dovrebbe scendere in campo stasera nel quarto di finale della Coppa di Grecia contro i rivali cittadini dell’Aris. Al momento, il club greco non ha intenzione di liberarsi del giocatore del 1995: la situazione potrebbe evolversi la prossima settimana, ma il problema principale da affrontare riguarda la questione economica.

L’obiettivo è chiaro: Varese ha bisogno di un giocatore di supporto, sia in termini di tempo in campo (15-20 minuti massimo) che di costi (non oltre i 10mila dollari al mese?). Tuttavia, per convincere Gilmore, che in Grecia gioca mediamente 20 minuti a partita, sarebbe necessaria un’offerta economica superiore alle possibilità dell’OJM.

Pallacanestro Varese punta su Omot

Omot è tornato al centro dell’attenzione, poiché è attualmente un agente libero dopo aver risolto il suo contratto con i francesi di Roanne. Essendo un’ala sud-sudanese di 30 anni, ha frequentato una scuola tecnica americana prima di completare i suoi studi presso l’Università di Baylor nel 2018. Un infortunio muscolare lo ha tenuto fuori per più di 40 giorni dopo aver disputato solo due partite nella lega Pro A.

Sebbene sia tornato in campo a metà gennaio, ha deciso di terminare il suo contratto con il club. Attualmente, Omot è alla ricerca di una nuova squadra per prepararsi al meglio per le Olimpiadi di Parigi. Ha rappresentato la sua selezione africana durante i Mondiali con un risultato finale al 17º posto. Omni è un cestista con un notevole potenziale atletico, amante del gioco veloce e pericoloso dall’arco.

Ha avuto ottime prestazioni in Polonia e in Germania, con una media di 14,3 punti e 5,6 rimbalzi durante la stagione 2021/2022 al Giessen. Nell’ultima stagione, ha sperimentato il mondo NBA giocando nella G-League per le squadre di sviluppo di New York e Orlando, prima di trasferirsi in Egitto e vincere il premio di Mvp nella Basketball Africa League, che è l’equivalente della Champions League FIBA, giocando per l’Al-Ahly.

Nonostante sia un profilo interessante, c’è da considerare che, in termini di caratteristiche tecniche e qualità fisiche (204 centimetri per 91 chili), molto probabilmente somiglierebbe molto a Gabe Brown, un giocatore agile, dinamico e scattante ma, allo stesso tempo, leggero. Inoltre, è importante notare che Omut è più leggero rispetto a Gilmore, nonostante entrambi abbiano la stessa statura.

Cosa farà la Pallacanestro Varese?

Varese si trova di fronte a un dilemma e sta seriamente considerando le sue opzioni, nonostante sembri che il mercato non offra alternative credibili al momento. Fino ad oggi, non ci sono state nuove firme in arrivo e domani la squadra riprenderà ad allenarsi con Leonardo Okeke, che è stato aggregato al gruppo, ma nessun nuovo volto si unirà al team. Tuttavia, il tempo per prendere una decisione non può essere procrastinato oltre la prossima settimana, anche se il termine ultimo per il quinto e ultimo suppletivo per la FIBA Europe Cup scade il 4 marzo.