venerdì, Febbraio 23, 2024
HomeNotiziePallacanestro Varese: vittoria casalinga contro Pesaro, con Standing ovation per Bob Morse....

Pallacanestro Varese: vittoria casalinga contro Pesaro, con Standing ovation per Bob Morse. Ecco la cronaca!

Pallacanestro Varese arriva puntuale al primo snodo stagionale verso una posizione tranquilla. La squadra di Tom Bialaszewski si sbarazza di Carpegna Prosciutti Pesaro a distanza e si avvicina alla metà della stagione con un margine di 6 punti (oltre al vantaggio di 2-0 negli scontri diretti) sulla zona retrocessione.

I 4705 spettatori presenti a Masnago, incluso un tifoso VIP come il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti, sono soddisfatti del vigore mostrato da una Varese non sempre brillante e a volte in difficoltà quando i rimbalzi d’attacco conquistati dagli ospiti mettevano i biancorossi sotto pressione dopo un inizio positivo con un vantaggio di 12 punti.

Tuttavia, l’energia contagiosa di Skylar Spencer (che ha raccolto 12 rimbalzi e fatto 3 stoppate) si diffonde in tutta la squadra di Bialaszewski e nonostante i soliti alti e bassi, l’Openjobmetis festeggia davanti ai suoi tifosi nell’unica partita casalinga del mese di febbraio.

Pallacanestro Varese
Pallacanestro Varese vs Pesaro

Pallacanestro Varese vs Pesaro: cronaca del match

Nico Mannion, nonostante non sia mai stato protetto dagli arbitri, ha comunque fatto una buona prestazione con 9 assist. Grande applauso per Woldetensae, che è stato importante anche in attacco.

Superando il primo test ad Oradea, Varese prosegue il suo cammino in Europa. La vittoria contro Pesaro permette alla squadra di affrontare con serenità le prossime tre settimane senza partite in Italia, prima del derby di Milano il 3 marzo. Inoltre, la vittoria rappresenta il primo successo casalingo nel girone di ritorno del campionato italiano, dopo quasi due mesi.

L’arena è stata testimone di una magica standing ovation per Bob Morse, ospite del presidente Alfredo Ambrosetti, e tanti applausi per l’allenatore Meo Sacchetti, nonostante i fischi ricevuti in precedenza per Tom Bialaszewski. Il match è iniziato come tutti i sold-out consecutivi a Masnago auspicavano: una difesa energica, un ritmo veloce e molte triple (6 su 12 nel primo quarto), con Brown e McDermott protagonisti del vantaggio di 19-9 dopo cinque minuti di gioco.

Tuttavia, Varese ha dimostrato di avere difficoltà a proteggere il vantaggio, permettendo a Pesaro di rimontare grazie alle giocate di McDuffie e Bluiett. Con la difesa meno aggressiva, la squadra di Bialaszewski ha rallentato il ritmo di gioco. Il vantaggio di Varese si è eroso, arrivando a soli sette punti di scarto nel secondo quarto (31-24 al 13′). Prima della fine del primo tempo, un’azione difensiva di Spencer ha permesso a Varese di tornare sul 47-43.

Il finale di partita

Nella seconda metà del match, Hanlan ha cercato di aumentare il vantaggio di Varese con sei punti consecutivi (56-47 al 24′). Tuttavia, la decisione di Sacchetti di togliere Spencer dall’area ha permesso a Pesaro di riconquistare terreno sotto i tabelloni, portandosi a soli tre punti di distanza (61-58 al 27′).

Otto punti di fila di Woldetensae mantengono il distacco. Ma il fuoriclasse Mazzola mette a dura prova i giocatori biancorossi con un punteggio di 69-64 al 30′. Tuttavia, giocare senza un forte pivot espone la squadra a rischi difensivi. Questa volta, Varese capisce bene la situazione e trova tre preziosi canestri dalla zona con la combinazione di Mannion e Ulaneo (75-66 al 32′).

Altalene di energia esaltante, anche se la lucidità lascia a desiderare. Ma se c’è intensità, c’è anche velocità. E così arriva l’8-0 che fa tremare le gambe, firmato da Brown e Moretti dopo l’espulsione per doppio tecnico di McDuffie (84-70 al 35′). Con il ritorno di Spencer, il tabellone viene nuovamente difeso con efficacia. E c’è spazio anche per la gloria di Nik Virginio, che segna la tripla vincente, e per gli applausi fragorosi per Woldetensae (e anche per il coach Bialaszewski!). Superata la paura, l’ultima parte della stagione può ancora regalare emozioni.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments