venerdì, Maggio 31, 2024
HomeNotiziePozzecco: "Amo i miei giocatori tanto quanto la mia famiglia!". Una dichiarazione...

Pozzecco: “Amo i miei giocatori tanto quanto la mia famiglia!”. Una dichiarazione appassionata!

Pozzecco
Pozzecco (Foto ANSA)

Gianmarco Pozzecco è pienamente soddisfatto quando si presenta ai microfoni dopo la sua vittoria con l’ASVEL a Kaunas, la prima della sua carriera in EuroLeague.

Il debutto di Gianmarco Pozzecco

Giunto nella squadra di Tony Parker solamente poche ore prima del confronto con la Virtus Bologna, Pozzecco ha subito dimostrato le sue abilità come motivatore, con un timeout che ha immediatamente conquistato il mondo dei social media.

Il debutto del coach italiano sulla panchina dell’ASVEL non poteva essere più spettacolare. Dopo una preparazione accelerata e un adattamento fulmineo al nuovo ambiente, Pozzecco ha dimostrato fin da subito di essere un’autentica forza trainante per la squadra. Il suo ingresso è stato salutato con entusiasmo dai giocatori, che hanno subito risposto agli stimoli del loro carismatico allenatore.

Durante il timeout che è diventato virale sui social media, Pozzecco ha incanalato tutta la sua energia e passione per incitare i suoi atleti, spronandoli a dare il massimo e a non arrendersi mai, indipendentemente dal punteggio. Questo momento di grande intensità tattica e di incoraggiamento è stato un esempio tangibile del suo approccio vincente, capace di motivare e spronare i suoi atleti a superare i loro limiti.

L’impatto di Pozzecco sulla squadra è stato immediato e indiscutibile. Era evidente che i giocatori erano affascinati dalla sua presenza e ispirati dalla sua volontà di vincere.

 

Il forte legame tra giocatori e allenatore

La motivazione è un aspetto fondamentale nel gioco del basket, soprattutto quando si affronta una gara difficile come quella tra Astoballe e V nere. Tuttavia, Bogdan Tanjevic, allenatore dell’ASVEL, non si è limitato solo a questo. Durante la partita, ha incitato i suoi giocatori a non mollare e ha definito Mike Scott come “il miglior tiratore che abbia mai visto”, cercando così di caricare sia il giocatore che la squadra.

Questa abilità di Pozzecco è risaltata anche nella conferenza stampa successiva alla vittoria dell’ASVEL a Kaunas, una vittoria che ha interrotto una serie di ben 18 sconfitte consecutive per la squadra di Tony Parker.

A Lione è scoppiata la “Pozzecco mania“, tanto che sembra esserci già una perfetta sintonia tra i giocatori e l’allenatore italiano, come hanno confermato le loro parole durante la conferenza stampa:

“A tre minuti dalla fine, volevo mandare in campo Paris Lee perché avevo bisogno di lui per risolvere alcuni problemi offensivi. Tuttavia, ero abbastanza incerto dal punto di vista difensivo. Lui mi ha fatto l’occhiolino e mi ha chiesto se fossi sicuro di questa decisione, considerando il rendimento della squadra. Alla mia risposta “decidi tu”, mi ha detto di proseguire così. Per me, questo significa tutto ed è più importante del resto.”

La fiducia che Pozzecco ha dimostrato nel suo giocatore, ha avuto un impatto significativo su di lui e sulla squadra. Questo dimostra la capacità di Pozzecco di motivare e mettere i suoi giocatori nelle condizioni ideali per esprimere al meglio le loro capacità.

Questa vicinanza e il forte legame tra giocatori e allenatore, uniti all’entusiasmo che Pozzecco ha portato alla squadra, sono i fattori che stanno contribuendo al successo dell’ASVEL. Siamo curiosi di vedere come questa partnership si svilupperà nel corso della stagione e quali risultati ancora sorprendenti potranno raggiungere insieme.

- Advertisement -
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Ultime News