sabato, Giugno 15, 2024
HomeNotizieVirtus Bologna mette KO la Gevi Napoli e si conferma al secondo...

Virtus Bologna mette KO la Gevi Napoli e si conferma al secondo posto. Ecco la cronaca della partita!

La squadra della Virtus Bologna ha sconfitto il Napoli con un punteggio di 101-89 e si mantiene al secondo posto in classifica dietro a Brescia. Nonostante l’assenza di Shengelia e Dobric, il team bianconero ha disputato una partita molto vivace contro la GeVi, che lo precedeva di due punti in classifica, e alla fine ha portato a casa due punti in una sfida complicata, dominata dagli attacchi. Il miglior marcatore della Segafredo è stato Cordinier con 19 punti, seguito dai 18 di Lundberg (13 dei quali nel quarto finale, decisivi) e dai 16 di Mickey.

Virtus Bologna
Virtus Bologna vs GeVi Napoli

Virtus Bologna vs Gevi Napoli 101-89

La partita alla Segafredo Arena inizia subito con attacchi aggressivi sulle difese, caratteristica del primo tempo: la Virtus è trascinata da Cordinier (7 punti subito, 12 alla fine del primo quarto), mentre Napoli risponde con 7 punti di Ennis e riguadagna terreno sui bianconeri. La seconda unità di Banchi cerca di dare una spinta, soprattutto con Pajola e Lundberg, e il punteggio di 33-24 chiude il primo quarto, con qualche dubbio sul tiro da tre punti all’ultimo secondo del danese, concesso fuori tempo massimo e nemmeno revisionato: una questione di millisecondi.

I guai per Banchi arrivano nel secondo quarto, quando la percentuale di Napoli dalla linea dei tre punti sale: gli ospiti segnano quattro triple, di cui due di Brown che portano a un parziale di 10-2 e al pareggio 44-44 quando mancano quattro minuti all’intervallo. La panchina della Segafredo peggiora col passare dei minuti (con un plus/minus negativo per tutti, tranne che per Pajola all’intervallo), ma almeno con un’accelerazione di Dunston e con il primo canestro di Belinelli della serata, punendo la prima amnesia difensiva di Napoli nei suoi confronti, Banchi arriva all’intervallo avanti 55-48.

Il finale di partita

Inizia il terzo quarto e la Virtus cerca di liberarsi di Napoli: sono i lunghi Mickey e Dunston a dare una spinta, poi arriva il doppio sigillo di Belinelli che porta Segafredo avanti di 15 punti (69-54). Non è un allungo decisivo, perché Napoli prova a rimanere in scia con Brown e Pullen e quando la Virtus fallisce un paio di facili canestri da sotto con Polonara e Zizic, GeVi riporta il punteggio a -6 con una tripla che vale il 75-69. L’ex giocatore di Virtus, Pullen, è scatenato ed è un’altra sua tripla da oltre otto metri a portare il punteggio a -5 (79-74) alla sirena che chiude il terzo quarto.

Serve Iffe Lundberg, protagonista totale dell’ultimo quarto con 13 punti personali, per respingere Napoli: è sua la tripla che porta il vantaggio a +8, il suo sigillo dall’arco che porta Segafredo ancora avanti di 12 punti (91-79) a poco più di sei minuti dalla fine, e anche il tiro pesante che porta il vantaggio a +14 a poco più di due minuti dalla fine. In pratica, una firma sulla vittoria della Virtus in una partita tutt’altro che scontata.

- Advertisement -
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Ultime News