lunedì, Febbraio 26, 2024
HomeNotizieWarriors: grande commozione Chase Center per il ritorno in campo dopo il...

Warriors: grande commozione Chase Center per il ritorno in campo dopo il lutto. Ecco il tributo della squadra!

Dopo la dolorosa interruzione di due partite a seguito della tragica perdita di Dejan Milojevic, la NBA ha visto i Warriors ritornare in campo trionfanti, superando gli Hawks con un punteggio di 134-112. Prima dell’incontro con Atlanta, Steph Curry e i suoi compagni hanno voluto rendere un ultimo omaggio al loro assistente allenatore, esprimendo il loro affetto attraverso maglie speciali e commoventi parole da parte di tutti i giocatori.

Warriors
Warriors vs Atlanta Hawks

Il tributo dei Golden State a Dejan Milojevic

La scomparsa così prematura di Dejan Milojevic, avvenuta il 17 gennaio scorso all’età di soli 46 anni, non ha un modo giusto di essere celebrata. Tuttavia, i Golden State Warriors hanno cercato di fare tutto il possibile per rendere un giusto tributo all’assistente allenatore, all’uomo, all’amico. Dopo due partite di stop concesse dalla NBA a seguito della tragica notizia, la squadra è tornata in campo questa notte vincendo contro Atlanta con il punteggio di 134-112.

Sul parquet e sugli spalti del Chase Center, prima della partita si sono vissuti momenti di commozione autentica. In onore di Milojevic, è stato suonato l’inno serbo e uno schermo ha proiettato un video di saluto che ricordava le persone che hanno condiviso l’avventura di Milojevic ai Golden State Warriors. Il video si è concluso con la scritta “Brate”, che significa fratello in serbo. Poi è stato il turno di Steve Kerr, l’allenatore dei Warriors, di prendere il microfono per un breve discorso in cui ha definito Milojevic, chiamato affettuosamente Deki, come “parte integrante della nostra anima”.

Infine, i giocatori sono scesi in campo per il riscaldamento con il nome di Milojevic sulle loro uniformi da gioco, che sono state poi appoggiate sulla panchina di Milojevic. In qualche modo, il tributo è continuato anche dopo l’inizio della partita, perché gli Warriors hanno concluso una serata speciale con una delle loro prestazioni più solide in una stagione altrimenti altalenante.

La partita Warriors vs Atlanta Hawks

I Golden State Warriors conquistano una vittoria decisiva contro gli Atlanta Hawks. Grazie a una prestazione sorprendente da parte di un protagonista inaspettato: Jonathan Kuminga. Il giovane giocatore si dimostra perfetto al tiro, realizzando 11 su 11 dal campo per un totale di 25 punti. Aggiunge anche 9 rimbalzi e mostrando il suo enorme potenziale.

Sarebbe fantastico se Kuminga potesse continuare a giocare a questi livelli per il coach Kerr. Stephen Curry fa la sua parte e contribuisce al successo dei californiani, che avevano disperatamente bisogno di una vittoria per cercare di migliorare il loro registro negativo.

Gli Atlanta Hawks (18-26), senza la presenza del loro giocatore chiave Trae Young, vengono ridimensionati in attacco e la loro difesa si rivela un disastro. Si possono notare alcuni momenti interessanti per il futuro del giovane Jalen Johnson. E qualche lampo del talentuoso giocatore Shai Gilgeous-Alexander. Che è oggetto di interesse da parte di molte squadre ma al momento continua a giocare per Coach Snyder.

Statistiche dei Golden State Warriors: Stephen Curry e Jonathan Kuminga entrambi con 25 punti, Klay Thompson con 24 punti. Rimbalzi: Jonathan Kuminga con 9. Assist: Stephen Curry con 8.

Statistiche degli Atlanta Hawks: Shai Gilgeous-Alexander con 23 punti (5 su 12 dal campo, 2 su 7 da tre punti, 7 su 8 ai tiri liberi), Jalen Johnson con 21 punti, Saddiq Bey con 18 punti. Rimbalzi: Clint Capela con 11. Assist: Shai Gilgeous-Alexander con 7.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments