venerdì, Febbraio 23, 2024
HomeNotizieWarriors: grave lutto per la squadra. Dejan Milojevic, assistente allenatore, muore all'età...

Warriors: grave lutto per la squadra. Dejan Milojevic, assistente allenatore, muore all’età di soli 46 anni!

Una triste e sconvolgente notizia colpisce duramente la famiglia NBA: durante una cena con la sua squadra a Salt Lake City, Dejan Milojevic è stato colto da un attacco cardiaco improvviso. Un evento tragico che ha portato alla prematura scomparsa di questo talentuoso individuo a soli 46 anni. La partita dei Warriors, inizialmente programmata per quella notte, è stata naturalmente rinviata a causa di questo triste avvenimento. Ecco cos’è successo!

Warriors (Foto Instagram)
Warriors: Dejan Milojevic, assistente allenatore (Foto Instagram)

La morte di Dejan Milojevic sconvolge i Warriors

Il tragico evento si è verificato durante una cena a Salt Lake City (dove Golden State Warriors avrebbe dovuto giocare) quando Dejan Milojevic, il brillante assistente allenatore della squadra, ha improvvisamente accusato un malore. È stato immediatamente ricoverato presso un ospedale locale, ma purtroppo la sua condizione si è aggravata a causa di un infarto, e Milojevic, a soli 46 anni, ha perso la vita.

La gravità di ciò che era accaduto al membro del team di Steve Kerr era stata subito evidente, come dimostrato dal comunicato ufficiale rilasciato dalla squadra e successivamente dalla NBA, che ha deciso di posticipare (senza ancora una data precisa) la partita tra Utah e Golden State, sottolineando così la serietà dell’accaduto.

L’intero staff dei Warriors, così come i giocatori della squadra, hanno trascorso diverse ore all’ospedale, lasciando il ristorante per affiancare l’allenatore e rimanendo al suo fianco fino a tarda notte. Oggi, purtroppo, l’amara notizia della sua triste scomparsa.

Dejan Milojevic faceva parte dello staff dei Warriors dal 2021. Ed era particolarmente conosciuto per il suo ruolo chiave nello sviluppo delle abilità di Nikola Jokic in Serbia, con il quale aveva instaurato un ottimo rapporto. Inoltre, possedeva una vasta esperienza come giocatore con una carriera durata 15 anni, che lo ha portato a giocare in Serbia, Spagna, Montenegro e Turchia, guadagnandosi l’affascinante soprannome di “Charles Barkley serbo“.

Le parole di cordoglio

La squadra ha rilasciato una dichiarazione di Steve Kerr: “ Siamo profondamente turbati dalla tragica e inaspettata scomparsa di Dejan. Questa notizia ha sconvolto tutti coloro che fanno parte dell’organizzazione. Creando così un momento estremamente difficile per la sua famiglia, i suoi amici e tutti coloro che, come noi, hanno avuto il privilegio di lavorare con lui”.

La notizia della sua prematura scomparsa ha lasciato tutti coloro che lo conoscevano nella lega estremamente addolorati. Numerosi allenatori e giocatori, sia europei che americani, hanno espresso le loro più sincere condoglianze. Bojan Bogdanovic, un compatriota serbo di Milojević, alla fine della partita degli Hawks, ha condiviso il suo dolore, dicendo di aver perso una guida.

“Come tutti gli altri in Serbia, non riesco a credere a questa notizia. Era sempre un uomo sorridente. C’è una cosa che non dimenticherò mai: lui non cercava mai il successo per se stesso. Era un giocatore eccezionale, ma cercava sempre di vivere una vita familiare con i suoi bambini. Non cercava mai i soldi.”

Prima di diventare allenatore, Milojević era una leggenda come giocatore. Vincitore del prestigioso titolo di MVP dell’ABA per ben tre volte e aveva conquistato l’oro ai Campionati Europei del 2001.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments