sabato, Luglio 13, 2024
HomeNotizieWarriors inarrestabili: Steph Curry spegne l'entusiasmo dei Bucks. Ecco la cronaca e...

Warriors inarrestabili: Steph Curry spegne l’entusiasmo dei Bucks. Ecco la cronaca e le prestazioni in campo!

Tornati a pieno regime per la prima volta da mesi, i Warriors hanno dato il ben servito ad Antetokounmpo, mostrando la loro profondità e la loro panchina di talento. Stephen Curry ha segnato 29 punti, Kuminga ne ha segnati 20 e i Warriors sono scappati da Milwaukee per una vittoria per 125-90 mercoledì sera, consegnando ai Bucks la prima sconfitta dalla pausa dell’All-Star.

E’ un grande giocatore, è un peso da difendere. A nostra difesa abbiamo cercato di contenerlo”, ha detto Jackson-Davis. “Non ho mai affrontato nessuno come lui con una lunghezza del genere”.

Dopo essere stati in svantaggio di 20 all’intervallo, Antetokounmpo e Damian Lillard hanno guidato un parziale di 19-5 per iniziare il terzo e riportare i Bucks in partita, ma Curry, che ha anche segnato otto rimbalzi e cinque assist, è tornato al lavoro.

Warriors
Warriors vs Bucks

Le incredibili prestazioni in campo dei Warriors

Jackson-Davis ha segnato 15 punti insieme a quattro dei 13 tiri bloccati di Golden State per eguagliare il suo massimo in carriera. Kuminga ne colpì altri tre. Antetokounmpo, che ha saltato la vittoria di lunedì sera in casa contro i Clippers a causa di una tendinite al tendine d’Achille sinistro, ha segnato 23 punti e sette rimbalzi dopo essere stato in dubbio entrando in partita.

Ci vuole un villaggio per proteggere quel ragazzo e avevamo sicuramente bisogno di tutti”, ha detto Kerr. Lillard ha chiuso con 20 punti con cinque tiri da 3 punti e sei assist nella sua prima partita al Chase Center da quando è stato scambiato dai rivali Trail Blazers ai Bucks lo scorso ottobre. Anche Bobby Portis ne ha segnati 20 per i Bucks.

Green ha segnato due tiri da 3 punti in ritardo e ha chiuso con 12 punti, mentre Klay Thompson ha contribuito con 10 punti dalla panchina mentre i Warriors conducevano 78-58 all’intervallo, il loro più grande vantaggio all’intervallo in questa stagione.

Milwaukee ha avuto il miglior rating difensivo della lega dalla pausa dell’All-Star, ma ha subito la sua prima sconfitta in quell’arco di tempo dopo averne vinte sei di fila dopo aver tenuto gli avversari sotto i 110 punti durante quel periodo e sotto i 100 in quattro di quelle gare.

Non pensavo davvero che questa fosse la nostra difesa, pensavo che fosse il nostro attacco”, ha detto l’allenatore Doc Rivers. “Non pensavo che avessimo giocato un attacco solido per tutta la serata”.

Occasione persa per i Bucks

I Bucks hanno perso l’occasione di eguagliare la loro migliore striscia di vittorie della stagione a sette, compiute dall’11 al 23 dicembre. Milwaukee aveva vinto otto partite su 10 e aveva battuto i Warriors in casa 129-118 il 13 gennaio.

Golden State ha iniziato 11 su 16 con Curry che ha colpito i suoi primi cinque tiri con due 3 e i Warriors hanno segnato 40 punti nel quarto di apertura per la seconda volta in questa stagione, il loro nono quarto da 40 punti in totale. I loro 15 punti nel terzo hanno eguagliato il minimo stagionale per qualsiasi quarto.

Golden State ha superato i Bucks 32-9 nel quarto

I Bucks non erano stati tenuti a nove o meno punti in nessun quarto da quando ne avevano segnati solo otto nella prima contro Miami il 22 dicembre 2018 – e non erano stati limitati a nove o meno nell’ultimo periodo da quando ne avevano segnati nove contro Toronto il 2 febbraio 2015, secondo l’Elias Sports Bureau.

I Warriors si sono ripresi dopo aver perso 140-88 a Boston domenica con Curry che ha fatto 2 su 13 e 0 su 9 da 3 punti.

L’ala di Golden State Andrew Wiggins è tornato da un’assenza di quattro partite per affrontare una questione familiare e ha giocato solo 14 minuti mentre i Warriors hanno vinto per la 14esima volta in 18 partite.

- Advertisement -
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Ultime News