sabato, Aprile 13, 2024
HomeNotizieChris Paul svela una verità inaspettata sul suo passato: a quanto pare...

Chris Paul svela una verità inaspettata sul suo passato: a quanto pare poteva essere compagno di LeBron!

In una importante intervista rilasciata durante la sua partecipazione al podcast “The Why” di Dwyane Wade, il veterano giocatore Chris Paul, ora in forza ai Golden State Warriors ha svelato un retroscena intrigante riguardante una trade che avrebbe potuto cambiar completamente il corso della sua carriera nba.

Paul ha rivelato che era molto vicino a un accordo che lo avrebbe portato a giocare al fianco di due leggende. Stiamo parlando di Wade e LeBron James ai Miami Heat. Tuttavia, un dettaglio apparentemente insignificante è stato sufficiente a far saltare tutto, come hanno confermato sia Paul che Wade durante la loro conversazione.

Una situazione che ha lasciato sconcertati i fan del basket. E che ha dato un’idea di quanto sia imprevedibile e pieno di insidie il mondo della NBA.

Chris Paul
Chris Paul con la maglia del Golden State

La scelta in passato

La storia, come si sa, non è mai scritta con i se e con i ma, nemmeno quando si tratta della NBA. Ci sono momenti in cui può essere affascinante tornare indietro nel tempo e immaginare come sarebbero andate le cose se alcune opportunità non fossero sfumate. Questo è ciò che ha rivelato Chris Paul, un veterano di spicco attualmente ai Golden State Warriors, durante una recente intervista sul podcast “The Why” condotto da Dwyane Wade, una ex stella della NBA.

“Avevo la possibilità di unirmi a te e a LeBron [James] a Miami” ha raccontato Paul, “eravamo tutti d’accordo su ogni dettaglio, comprese le strategie tattiche riguardanti il controllo dell’attacco e così via”. Tuttavia, secondo CP3, ciò che ha fatto saltare tutto sarebbe stata una questione apparentemente banale.

“Il problema è che tu, alla fine, hai rifiutato di darmi la maglia numero 3” ha ammesso Paul rivolgendosi direttamente a Wade, che ha confermato la sua decisione sottolineando: “Avevo già sacrificato un po’ di denaro e di tiri, non sarei mai rinunciato al mio numero di maglia”.

Da quel momento in poi, la storia ha preso una piega diversa. Chris Bosh che è diventato il terzo membro dei Tres Amigos a South Beach. Paul invece, che ha intrapreso un percorso che lo ha portato in giro per la lega negli anni successivi, alla ricerca di quel trofeo Larry O’Brien che finora gli è sempre sfuggito.

La carriera di Chris Paul

Chris Paul è stato scelto come quarta scelta assoluta nei New Orleans Hornets al draft NBA del 2005, dopo Andrew Bogut, Marvin Williams e Deron Williams. A causa dell’uragano Katrina, Paul e la sua squadra hanno giocato gran parte delle partite a Oklahoma City durante le stagioni 2005/2006 e 2006/2007. Nonostante questa sfida, Paul ha dimostrato subito il suo valore. Si è posizionato tra i primi dieci giocatori per assist e vincendo il premio di Rookie of the Year con numeri straordinari.

Dopo aver vinto il premio Espy per il giocatore più migliorato, ha continuato a eccellere con gli Hornets, portandoli ai play-off nel 2008. Nel 2011, dopo aver annunciato di non rinnovare il contratto con gli Hornets, è stato scambiato ai Los Angeles Clippers, dove ha formato un’ottima partnership con Blake Griffin. Dopo una serie di infortuni e trasferimenti, è stato acquisito dagli Houston Rockets nel 2017, dove ha continuato a impressionare sul campo.

Nel 2019 è passato agli Oklahoma City Thunder e nel 2020 ai Phoenix Suns, portando la squadra alle finali NBA nel 2021. Dopo una stagione eccezionale con i Suns, ha firmato un nuovo contratto quadriennale con la squadra. E nel 2023 è stato scambiato ai Golden State Warriors.

- Advertisement -
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Ultime News