Home Notizie Dinamo Sassari in bilico: tra calendario e classifica inizia un periodo decisivo...

Dinamo Sassari in bilico: tra calendario e classifica inizia un periodo decisivo per la squadra. Ecco perché!

0
94
Dinamo Sassari

La Dinamo Sassari si trova in un momento cruciale, in bilico tra due obiettivi opposti. Da un lato, il team ambisce a raggiungere i tanto sperati playoff, mentre dall’altro si profila l’ombra della battaglia per la salvezza, che il Banco deve assolutamente evitare. Questa situazione crea un’atmosfera di incertezza e di stallo, in cui la squadra si trova sospesa tra due destini completamente diversi.

Dinamo Sassari
Dinamo Sassari vs Venezia

Periodo di pausa forzata per la Dinamo Sassari

La sosta obbligata della Final Eight di Coppa Italia, seguita dalla pausa delle nazionali, prolunga il periodo in cui l’allenatore Markovic avrà l’opportunità di lavorare sulla squadra dopo le prime tre partite al timone della squadra di Sassari.

Nonostante la perdita di Vasilis Charalampopoulos e Kaspar Treier, convocati rispettivamente dalle nazionali di Grecia ed Estonia per le qualificazioni dell’Euro2025, il resto del roster sarà disponibile dopo qualche giorno di riposo, che servirà per ricaricare mentalmente e fisicamente un gruppo che dovrà dedicarsi a lunghe ore in palestra per sistemare ciò che non funziona.

La sfida contro Tortona ha evidenziato gli stessi problemi che affliggevano la Dinamo in passato sul piano del carattere di squadra, ma con alcune differenze, come un approccio difensivo più deciso che ha portato la Bertram a non esprimere il suo miglior gioco offensivo almeno fino alla fine del terzo quarto e all’inizio dell’ultimo quarto.

Tuttavia, ci sarà molto lavoro anche sul fronte dell’unità in attacco, un aspetto fondamentale considerando un calendario che lascerà poco spazio per errori grossolani nei prossimi mesi di marzo e aprile, quando la classifica assumerà un ruolo sempre più importante.

La classifica

La posizione attuale della Dinamo è alquanto complicata: si trova al tredicesimo posto con soli 16 punti. Tuttavia, ha un vantaggio di tre vittorie su Pesaro, la penultima in classifica, che è anche la squadra con cui Sassari ha vinto nel girone d’andata. Guardando invece a Scafati, che al momento occupa l’ottavo posto, la distanza in termini di vittorie è di due.

Attualmente, Sassari ha un vantaggio su tre delle cinque squadre che la precedono (ha ribaltato la differenza canestri con Pistoia e ha vinto contro Trento e Scafati all’andata, ma deve ancora confermare questi risultati).

Tuttavia, non ha ancora superato Cremona e Varese (con la prima non ha ribaltato la differenza canestri e con la seconda ha perso all’andata, ma ha la possibilità di recuperare l’esito negativo di Masnago). Guardando nella direzione opposta, la Dinamo non ha il vantaggio su Treviso, che attualmente è fuori dalla zona retrocessione ma ha due vittorie in meno rispetto a Sassari, e dovrà confermare la vittoria ottenuta all’andata contro VL e Brindisi.

Certo la Dinamo non può ignorare come altre squadre abbiano già reagito alle difficoltà, come Varese o Treviso. Tutto deve essere conquistato sul campo, come dimostrato nelle stagioni precedenti. Per evitare che la squadra si imbatta in disastri temuti da una piazza sfiduciata dopo una partenza a rilento, è necessario che la squadra integri elementi cruciali per superare gli ostacoli dei prossimi due mesi: ambizione, consapevolezza e grinta.