venerdì, Febbraio 23, 2024
HomeNotizieDinamo Sassari punta tutto su Jefferson, ma il giocatore ha un calo...

Dinamo Sassari punta tutto su Jefferson, ma il giocatore ha un calo fisico. Ecco le prospettive della squadra!

Cinque partite, sette se si considera anche la Champions League. Un inizio molto positivo, seguito però da un rapido deterioramento e il resoconto del primo tratto di stagione che viene presentato senza troppe cerimonie sul tavolo. Quando Brandon Jefferson è arrivato alla Dinamo Sassari, sapeva di avere poco tempo per mettersi in forma e che il Banco stava cercando un playmaker in grado di far funzionare un motore che invece di girare, stentava. Così, sembrava che Sassari stesse per guarire grazie a lui, ma gli effetti collaterali non hanno risparmiato la squadra, che ha fatto fatica negli ultimi match.

Dinamo Sassari
Dinamo Sassari: Brandon Jefferson in campo

Jefferson sempre più in campo

Dal momento contro Cholet fino all’incontro con Milano, passando per la brutta sconfitta contro Treviso, sono state tre partite molto impegnative dal punto di vista fisico e mentale per la Dinamo Sassari. Soprattutto nelle prime due partite, Sassari ha dato il massimo. E in tutte e tre le partite, Jefferson è stato molto presente in campo, aumentando leggermente il suo tempo di gioco – che già era alto – a oltre i 28 minuti, diventati 30 al PalaVerde e addirittura 33 al Forum di Assago.

L’effetto è però duplice. Da un lato c’è un aspetto positivo, perché la squadra rende meglio con un giocatore che dà ritmo e crea maggior pericolosità, con un plus/minus generale di 28, che è stato l’unico dato positivo insieme a quello di Diop.

Ma dall’altro c’è anche un aspetto negativo, visto che all’inizio della stagione Jefferson faceva solo allenamenti individuali dopo l’esperienza estiva al TBT . A dimostrarlo sono soprattutto le diverse prestazioni all’interno delle ultime partite. Infatti, contro la squadra di Vitucci, è stata anche una serata altalenante, con momenti di grande lucidità nelle azioni offensive ma anche errori di lettura in difesa.

È stato il caso del quarto quarto, con due triple improvvisate che sembravano poter cambiare tutto, ma poi seguite da una forzatura di troppo e una palla persa quando la squadra stava cercando di rimontare. Mentre contro Milano, dopo un primo tempo da leader, anche Jefferson ha subito l’alta intensità difensiva degli avversari. E l’inefficacia nelle scelte ha fatto la differenza per Sassari in attacco, come dimostra il parziale di 22-0 a favore di Milano che ha chiuso anticipatamente la partita, senza che i biancoblù riuscissero a invertire la situazione.

La Dinamo Sassari deve fare lavoro di squadra

La Dinamo Sassari ha urgente bisogno di accelerare il processo di crescita, in modo da ridurre al minimo i tempi necessari. La sosta di due settimane tra la Coppa Italia e la pausa nazionale sarà un vero toccasana, ma per accorciare ulteriormente i tempi sarà fondamentale il contributo della panchina, che finora si è rivelato al di sotto delle aspettative. Alessandro Cappelletti e Stefano Gentile dovranno fare un passo avanti per aiutare Jefferson nel lavoro e nelle responsabilità condivise. La crescita dell’ex giocatore Verona è ancor più cruciale per avere la flessibilità di scegliere caratteristiche diverse a seconda dei momenti della partita e degli avversari, soprattutto contro squadre con difese compatte e fisiche.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments