sabato, Aprile 13, 2024
HomeNotizieKlay Thompson riceve i complimenti della leggenda dei Boston Celtics, Larry Bird....

Klay Thompson riceve i complimenti della leggenda dei Boston Celtics, Larry Bird. Ecco la sua reazione!

Durante l’ultimo weekend dell’All-Star Game, che si è svolto nella sua amata Indiana, la leggenda dei Boston Celtics, Larry Bird, ha espresso un profondo apprezzamento per il talento del tiratore dei Golden State Warriors, Klay Thompson. Le parole di elogio sono state accolte con grande entusiasmo dal giocatore stesso, che ha equiparato i complimenti ricevuti da “Larry Legend” al prestigio di una dichiarazione rilasciata da Kobe Bryant nel 2016. Ma vediamo nel dettaglio che cosa ha detto Bird!

Klay Thompson
Klay Thompson in campo per i Warriors

Gli elogi di Larry Bird

Klay Thompson è sempre stato uno dei miei giocatori preferiti sin da quando ha iniziato a giocare nella NBA”. Ricevere un complimento fa sempre piacere, ma se a farli è una leggenda come Larry Bird, è qualcosa di veramente speciale. Durante un’intervista all’ultimo All-Star Weekend con Bob Costas, Bird ha parlato con grande ammirazione del talento di Thompson, definendolo “un tiratore incredibile”.

Ha ricordato con entusiasmo quando Thompson segnò 60 punti in soli tre quarti durante una partita a Indianapolis, con soli 8 palleggi totali. Bird si è chiesto come fosse possibile fare una cosa del genere, ancora incredulo. Ha anche citato il momento in cui Thompson segnò 39 punti in un solo quarto (in realtà erano 37 punti), chiedendosi come lui potesse realizzare una performance del genere.

È davvero incredibile“, ha concluso Bird, evidenziando il rispetto e l’ammirazione che nutre per il talento straordinario di Klay Thompson.

La reazione di Klay Thompson

Le parole non sono passate inosservate al diretto interessato, che ha espresso la sua profonda gratitudine: “Questo significa davvero molto per me“, ha confessato. È importante considerare il contesto storico in cui queste parole sono arrivate, specialmente perché Thompson è stato retrocesso in panchina da Steve Kerr per il bene della squadra.

“Ritengo che questo complimento sia equiparabile a quello ricevuto da Kobe Bryant nel 2016, quando ha definito me e Steph Curry grandi giocatori con il suo stesso killer instinct”.

La carriera di Klay Thompson

Dopo un brillante percorso universitario presso l’Università dello Stato di Washington, il 23 giugno 2011 Klay Thompson è stato scelto come 11ª scelta assoluta dai Golden State Warriors nel draft NBA 2011. La scelta di Thompson ha alimentato speculazioni su uno scambio del titolare Monta Ellis, che però si è concretizzato solo nel marzo 2012. Il direttore generale dei Warriors Larry Riley ha elogiato le capacità di tiro di Thompson e ha espresso fiducia che avrebbe migliorato la difesa con il nuovo allenatore Mark Jackson.

Nel 2012, Thompson non è stato selezionato per il Rising Stars Challenge dell’All-Star Weekend, ma ha dimostrato un notevole miglioramento nelle prestazioni dopo quella decisione. Nel corso della stagione, ha continuato a crescere in tutte le aree del gioco, evidenziando in particolare un’eccezionale capacità realizzativa. I Warriors hanno ceduto Ellis ai Milwaukee Bucks nel marzo 2012. Thompson ha dimostrato di essere un giocatore chiave per la squadra, segnando record stagionali e aiutando i Warriors a raggiungere i playoff.

Nel corso degli anni successivi, Thompson ha continuato a dimostrare il suo valore. E’ diventato uno dei migliori tiratori della lega, stabilendo record di punti e triple. Ha contribuito in modo significativo al successo dei Warriors, vincendo due campionati NBA e dimostrando costantemente la sua capacità di fare la differenza in campo. Anche a livello internazionale, Thompson ha rappresentato con orgoglio la Nazionale americana, contribuendo a vittorie importanti nei Mondiali e alle Olimpiadi.

- Advertisement -
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Ultime News