martedì, Aprile 23, 2024
HomeNotizieLeBron James: Warriors e Sixers ci hanno provato davvero a sottrarre la...

LeBron James: Warriors e Sixers ci hanno provato davvero a sottrarre la stella ai Lakers. Ecco le indiscrezioni!

Ci sono delle interessanti retroscena che circolano secondo ESPN: durante gli ultimi giorni di scadenza del mercato, i Golden State Warriors hanno avuto una conversazione con i Los Angeles Lakers per cercare di ottenere LeBron James e formare una coppia di fuoco con Steph Curry. Tuttavia, la proprietaria dei Lakers, Jeanie Buss, ha gentilmente declinato l’offerta.

Nonostante questo, ha riferito l’interesse di James e del suo agente, Rich Paul, i quali hanno a loro volta risposto negativamente. Ma i Warriors non erano gli unici ad essere attratti dal Re. I Philadelphia Sixers hanno fatto la loro mossa anche loro!

LeBron James
LeBron James in campo per i Lakers

Il tentativo dei Golden State Warriors

Ogni volta che si avvicina la scadenza delle trattative di mercato, si sentono voci di movimenti stravaganti, spesso ignote al grande pubblico. Ma di tanto in tanto, qualche trattativa così rilevante trapela alla stampa. L’ultima situazione coinvolge due nomi che difficilmente verrebbero mai associati, se non come rivali: LeBron James e i Golden State Warriors.

Secondo quanto riportato da ESPN, negli ultimi giorni del mercato si è verificata una situazione “clandestina” di 24 ore, in cui il proprietario dei Warriors, Joe Lacob, ha provato a convincere direttamente la proprietaria dei Lakers, Jeanie Buss, a cedere LeBron James per unire le forze con Steph Curry e dare nuova linfa alla dinastia della squadra sulla baia.

La risposta dei Lakers è stata negativa, ma per togliersi ogni dubbio, Buss ha permesso a rappresentanti dei Warriors di contattare James e il suo agente, Rich Paul, per sondare l’interesse. Anche da parte di James e del suo team, la risposta è stata negativa: non erano interessati ad un trasferimento e volevano rimanere con i Lakers. Anche le discussioni tra i dirigenti Mike Dunleavy Jr. e Rob Pelinka hanno confermato la volontà dei Lakers di trattenere James, e la sua volontà di rimanere con loro. In conclusione, la trattativa non ha avuto successo.

Anche i Philadelphia 76ers ci provano con LeBron James

Al di là dei Golden State Warriors, altre squadre si sono interessate a LeBron James dopo la sua enigmatica pubblicazione sui social che mostrava un’emoji della clessidra. I Philadelphia 76ers, per esempio, hanno fatto un tentativo più come disturbo che altro.

Secondo quanto riportato, il presidente dei Sixers, Daryl Morey, ha la tendenza a fare mosse audaci alla scadenza delle trattative. In risposta alla loro chiamata, tuttavia, il general manager dei Lakers, Rob Pelinka, ha semplicemente chiesto se Joel Embiid fosse disponibile, mettendo prontamente fine alla conversazione.

Morey ha anche contattato i Phoenix Suns per chiedere informazioni sulla disponibilità di Kevin Durant, Devin Booker e Bradley Beal, ma ha ottenuto risposte negative in tutti i casi. Ciò che rende interessanti queste discussioni non è solo il fatto che abbiano avuto luogo, ma anche che siano diventate di dominio pubblico.

Chiunque abbia divulgate queste informazioni a ESPN sembrava voler sottolineare che, nonostante le voci, James ha scelto di rimanere a Los Angeles nonostante avesse l’opportunità di andarsene altrove. Tuttavia, sarà ancora più interessante vedere cosa succederà quest’estate, quando LeBron avrà la possibilità di diventare free agent e lasciare i Lakers. Golden State e Philadelphia saranno ancora interessate a lui? Lo scopriremo solo tra alcuni mesi.

- Advertisement -
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Ultime News