lunedì, Febbraio 26, 2024
HomeNotizieLegabasket: Olimpia piega Brindisi e la capolista Germani mette in ginocchio Reggio...

Legabasket: Olimpia piega Brindisi e la capolista Germani mette in ginocchio Reggio Emilia. Ecco i risultati!

Milano continua la sua striscia di vittorie consecutive in Legabasket Serie A, centrando la sesta a spese di Brindisi con un punteggio di 69-55. Questo successo, unito alla vittoria contro il Real, permette alla squadra di arrivare con un morale alle stelle alle Final Eight. Nel frattempo, la squadra di Magro conquista la sua quinta vittoria consecutiva nel campionato.

Adesso, la capolista Germani può concentrarsi sulla Coppa Italia dove si scontrerà con Napoli. Purtroppo per i partenopei, cadono a Cremona con un punteggio di 90-83. La Vanoli si dimostra più costante per tutta la partita e nelle fasi finali riesce a staccarsi grazie alla coppia Pecchia-Denegri. Per concludere la ventesima giornata di Serie A, Varese si aggiudica la vittoria contro Pesaro con un punteggio di 91-80. Per i marchigiani si tratta dell’ottava sconfitta consecutiva.

Mentre la prossima settimana si darà spazio alla Coppa Italia, che avrà luogo a Torino dal 14 al 18 febbraio, i quarti di finale si svolgeranno il 14 mercoledì (con le partite Milano-Trento e Venezia-Pistoia) e il 15 giovedì (con Brescia-Napoli e V.Bologna-Reggio Emilia).

Legabasket
Legabasket: MILANO-BRINDISI 69-55

Legabasket: MILANO-BRINDISI 69-55

La vittoria dell’Olimpia Milano non è mai stata messa in discussione, nonostante la mancanza di un dominio completo contro Brindisi. La squadra di Messina è riuscita a mantenere la propria imbattibilità in Serie A nel nuovo anno. Nonostante gli infortuni di Baron e Lo, Messina ha deciso di lasciare fuori anche Poythress e McGruder, che non sono ancora stati impiegati in Italia. Tuttavia, grazie alle circostanze della partita, è riuscito a far ruotare tutti i suoi uomini, concedendo a Bortolani 20 minuti di gioco e a Caruso 7 minuti.

La squadra di Messina ha compiuto un grande sforzo difensivo, limitando Brindisi al 25,5% di successo al tiro (13-51), un aspetto chiave in una serata in cui entrambe le squadre hanno faticato a mostrare spettacolo in attacco. Un balzo in avanti di Bartley ha permesso all‘Happy Casa di portarsi in vantaggio di uno (13-14) al 10′, ma nel secondo quarto Milano ha dato il suo primo scossone: ha subito solo 11 punti in 10 minuti e ha realizzato una serie di 9-0 grazie a Hines e Mirotic, seguita dai triple di Ricci e Bortolani che hanno portato il vantaggio a +7. Shields e Napier hanno allungato il vantaggio dell’Olimpia in doppia cifra prima dell’intervallo, segnando l’inizio della fuga che ha portato il vantaggio a +16.

Nonostante gli sforzi di Sneed, che ha segnato 17 punti con 6 assist e 4 rimbalzi difensivi, Brindisi ha cercato di rimanere agganciata alla partita, anche quando Mirotic ha iniziato a segnare da tre punti. Tuttavia, Milano ha continuato a guardare avanti e alla fine anche Voigtmann si è acceso contribuendo alla vittoria finale.

CREMONA-NAPOLI 90-83

La Vanoli ottiene una vittoria significativa, interrompendo la serie negativa di tre sconfitte consecutive. Dopo un inizio incerto, la squadra di Napoli riesce a trovare la soluzione per superare la difesa a zona organizzata da Cavina e trova punti importanti dall’arco. Cremona, invece, ha difficoltà a far girare la palla ma può contare su un McCullough in gran forma fin dall’inizio, che segna 12 punti nei primi 10 minuti di gioco.

Nel secondo quarto, la Vanoli allunga il distacco: l’attacco della Gevi si blocca ancora una volta, mentre i padroni di casa si distinguono dai tiri da tre punti e cercano di allontanarsi. Al rientro dagli spogliatoi, gli ospiti riescono a tornare in partita grazie alle giocate di Ennis, ma negli ultimi minuti pagano un’altra distrazione: il duo Pecchia-Denegri sfrutta l’occasione e dà il colpo decisivo per la vittoria di Cremona.

Legabasket: BRESCIA-REGGIO EMILIA 86-63

Per la Legabasket, Brescia mette subito il turbo nella partita, segnando 14 punti nei primi 5 minuti e mostrando un’ottima intensità offensiva. La Germani domina a metà del primo tempo con un punteggio di 29-10. Bilan e Ake continuano a segnare, mentre i padroni di casa mantengono il piede sull’acceleratore. Reggio Emilia prova a reagire con Grant, ma non riesce a rimontare. Alla pausa lunga, il punteggio è di 53-27 per gli uomini di Magro. La Leonessa continua a dominare in attacco con Christon e Gabriel, portando il punteggio a 67-36 al terzo mini riposo. L’ultimo quarto ha poco da raccontare, con Brescia che vince comodamente e può ora concentrarsi sulla Coppa Italia.

VARESE-PESARO 91-80

I padroni di casa partono con grande aggressività in attacco e cercano di prendere il largo con un punteggio di 24-12. Pesaro risponde con Mazzola e Tambone, il quale a pochi secondi dalla fine del primo quarto pesca un jolly da 10 metri. Alla fine del primo quarto, il punteggio è di 29-21 a favore dell’Openjobmetis. La squadra di Sacchetti rientra sul campo e mette a segno un parziale di 8-0, interrotto da una giocata di Brown. La partita diventa equilibrata, con entrambe le squadre che lottano punto a punto fino al punteggio di 47-43 a favore della squadra di Bialaszewski al 20′.

Nel secondo tempo, Woldetensae si trasforma in un supereroe e fa la differenza con i suoi tiri in attacco e un buon lavoro difensivo. La Vuelle manca alcune occasioni, ma rimane in scia grazie ai rimbalzi offensivi, che raggiungono quota 18 al 30′. Alla fine del terzo quarto, i padroni di casa sono avanti di 69-64. Ulaneo apre l’ultimo periodo segnando 4 punti consecutivi. L’Openjobmetis cerca di allontanarsi grazie a Moretti e Brown. Le speranze di vittoria di Pesaro si esauriscono con l’espulsione di Mcduffie per un doppio tecnico. Nel finale, la squadra di Bialaszewski gestisce il vantaggio e si assicura la vittoria.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments