martedì, Luglio 23, 2024
HomeNotizieNBA classifica a Est e Ovest: Lakers e Phoenix esultano, al tappeto...

NBA classifica a Est e Ovest: Lakers e Phoenix esultano, al tappeto gli Utah Jazz. Ecco i risultati della notte!

I Los Angeles Lakers, senza James, riescono a conquistare una vittoria straordinaria sul campo dei Jazz, grazie ai meravigliosi 73 punti segnati dalla coppia Davis-Hachimura. Nel frattempo, il talentuoso Fontecchio guida il Detroit con 18 punti, ma la squadra viene sconfitta da Phoenix. Prima dell’inizio del match, si crea un alterco negli spogliatoi tra due giocatori. Anche Grizzlies e Pelicans portano a casa incredibili vittorie. Ecco i risultati dei match e come è variata l’NBA classifica a Est e a Ovest!

NBA classifica
NBA classifica: UTAH JAZZ-LOS ANGELES LAKERS 122-138

NBA classifica: MEMPHIS GRIZZLIES-HOUSTON ROCKETS 121-113

Memphis mette fine alla sua serie di nove sconfitte consecutive grazie a un quarto periodo eccezionale, in cui Jaren Jackson Jr. segna 11 dei suoi 18 punti della partita. Le sue prestazioni si uniscono ai 20 punti di GG Jackson e ai 17 di Luke Kennard. Nonostante i 19 punti segnati da Dillon Brooks, Alperen Sengun, Amen Thompson e Aaron Holiday, i Rockets subiscono la loro quinta sconfitta nelle ultime sei partite. Da notare che i Rockets sono la seconda squadra più scarsa in trasferta della NBA, con un record di 5-21, superata solo dai Detroit Pistons con un record di 4-22.

NEW ORLEANS PELICANS-WASHINGTON WIZARDS 133-126

I Pelicans hanno dovuto lottare fino all’ultimo minuto per conquistare la vittoria, ma adesso possono godersi la pausa per l’All-Star Weekend con il secondo miglior record della loro storia, che è di 33-22 (hanno fatto meglio solo nel 2007-08 con un record di 36-16). Questo risultato è stato possibile grazie alle giocate decisive di Zion Williamson nel finale, mentre CJ McCollum ha contribuito con 26 punti e Brandon Ingram con 18. Washington ha combattuto fino alla fine, guidata dalla migliore performance in carriera di Deni Avdija, ma non è riuscita ad evitare l’ottava sconfitta consecutiva, che rappresenta la striscia più lunga attualmente in NBA.

NBA classifica: PHOENIX SUNS-DETROIT PISTONS 116-100

Il ritorno di Monty Williams a Phoenix è stato ricco di eventi. Prima della partita, Isaiah Stewart e Drew Eubanks si scontrano nei corridoi dell’arena, con l’accusa che il lungo di Detroit abbia dato un pugno a quello di Phoenix. Poco dopo, Devin Booker viene espulso per doppio tecnico a soli 5 minuti dall’inizio del match. La partita prosegue con un totale di 51 falli fischiati, ma i Suns riescono ad allungare il divario fino a +29 all’intervallo e +35 nel corso della partita, grazie ai 25 punti segnati da Kevin Durant in tre quarti.

UTAH JAZZ-LOS ANGELES LAKERS 122-138

I Lakers conquistano una vittoria importante a Salt Lake City, nonostante l’assenza di LeBron James. Grazie a questa vittoria, si allontanano di 3.5 partite dai Jazz, che si trovano all’undicesimo posto nella classifica della Western Conference. I Lakers cercano di consolidare la loro posizione nella zona play-in. Questa è la sesta vittoria nelle ultime sette partite per la squadra gialloviola. Anthony Davis e Rui Hachimura sono stati i protagonisti di questa vittoria, mentre i Jazz continuano a lottare, subendo la nona sconfitta nelle ultime tredici partite. Nonostante le buone prestazioni di Collin Sexton (18 punti), Jordan Clarkson (17 punti) e Lauri Markkanen (16 punti), i Jazz non riescono a invertire la tendenza negativa.

NBA classifica a Est e Ovest

I primi 24 team della Eastern Conference si preparano per la pausa dell’All-Star Game, con i Boston Celtics in testa con un vantaggio di sei partite sul secondo posto. Nel frattempo, le quattro sconfitte consecutive dei Knicks riaprono la lotta per il quarto posto. Tra la nona posizione e oltre, tutte le squadre perdono eccetto gli infuocati Hornets, che hanno ottenuto tre vittorie consecutive e detengono la seconda migliore striscia di vittorie della conference dopo i Celtics, che ne hanno ottenute sei.

Nella Western Conference, se Minnesota dovesse vincere domani, si garantirebbe la prima posizione da sola, mantenendo una percentuale di vittorie superiore al 70%. Nel frattempo, Denver perde terreno dopo aver subito la terza sconfitta consecutiva. Dalla quinta alla nona posizione, tutte le squadre vincono, mentre Golden State non riesce a sfruttare la sconfitta di Utah per consolidare almeno il decimo posto. Dopo la vittoria di Memphis, la striscia di sconfitte più lunga appartiene a Portland, che ha registrato cinque sconfitte consecutive.

- Advertisement -
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Ultime News