martedì, Giugno 25, 2024
HomeNotiziePallacanestro Varese delude in Olanda. Ecco le ragioni del fallimento della squadra...

Pallacanestro Varese delude in Olanda. Ecco le ragioni del fallimento della squadra nella sfida contro Leiden!

Incidente spiacevole per Pallacanestro Varese, poiché complica notevolmente il sogno di arrivare ai quarti di finale della Fiba Europe Cup, anche se ancora possibili. Ma è anche una sconfitta che fa rivivere un’immagine di Varese che era meglio dimenticare: appannata, affannata, confusionaria e poco energica.

A Leida, di fronte a molti appassionati tifosi biancorossi che hanno seguito coraggiosamente la squadra in trasferta, Leiden sconfigge Pallacanestro Varese con un punteggio di 81-77 al termine di una partita giocata davvero male dalla squadra nostrana.

Pallacanestro Varese
Pallacanestro Varese vs Leiden

I motivi dell’insuccesso

I motivi dell’insuccesso sono chiari e sono elencati rapidamente. A Varese i tiri da fuori non entrano: il totale complessivo indica un 29%, anche se migliorato nel finale grazie a ripetuti tentativi di McDermott e di un irriconoscibile Moretti (rispettivamente 3 su 10 e 1 su 5). Non ci sono bombe, ma anche perché la palla gira poco e male: solo 11 assist, una delle peggiori prestazioni della stagione. Non basta vincere la battaglia a rimbalzo (42-37): Leiden supera Varese in energia, portando la partita su un livello fisico che la squadra di coach Bialaszewski, forse anche stanca dalla battaglia di Cremona, non riesce a reggere.

Pallacanestro Varese vs Leiden: cronaca della partita

Nel primo quarto, Varese prende il vantaggio grazie alle prestazioni di Hanlan e Spencer. Alla fine del primo quarto, Varese è in vantaggio 27-19. Nel secondo quarto, Varese inizia forte ma subisce un parziale di 9-0 da parte di Leiden che riporta il punteggio sul 32-30. Alla fine del secondo quarto, Leiden va avanti 46-40. Nel terzo quarto, Varese cerca di recuperare ma Leiden domina e va avanti di 10 punti. Alla fine del terzo quarto, Varese è in svantaggio di 7 punti. Nel quarto quarto, Varese lotta per tornare nel gioco ma Leiden mantiene il vantaggio e alla fine vince 81-77.

Ingannano quindi sia la prima metà del primo tempo che l’inizio del secondo tempo, con un vantaggio in trasferta che arriva addirittura a +11 (21-32). Qui Varese sottovaluta la situazione? L’impressione è stata quella: il fatto è che questo momento segna un punto di svolta dopo il quale i lombardi cadono inesorabilmente, in modo lento e progressivo, senza mai davvero riuscire a reagire, a parte un inizio adeguato nel terzo quarto (46-46 al 22′).

Mannion (17 punti, 5 rimbalzi, 3 assist) cerca spesso di fare la differenza da solo, ma questa volta non basta. I 16 punti di Hanlan sono distribuiti male e non risultano decisivi, così come i 13 di McDermott. L’allenatore B. utilizza molto la panchina, ma ottiene poco in cambio: qualche momento di brillantezza da Woldetensae, addirittura una buona prestazione di Young, ma il confronto con i loro omologhi olandesi è spietato. Brown gioca male, sempre fuori dal gioco (5 punti, 2/7).

Cosa serve ora per andare avanti? Semplice: vincere a Oradea e sperare che Leiden non ripeta le brillanti prestazioni odierne in casa di un Chemnitz già qualificato e già in testa al girone. Il destino, però, non è più nelle mani della squadra biancorossa.

- Advertisement -
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Ultime News