sabato, Aprile 13, 2024
HomeNotizieSteph Curry sul ritiro dal basket giocato: la fine della carriera si...

Steph Curry sul ritiro dal basket giocato: la fine della carriera si avvicina. Ma cosa ne pensa il giocatore?

LeBron James sembra essere completamente consapevole del fatto che la fine della sua illustre carriera nel mondo del basket si avvicini implacabilmente, mentre Steph Curry, quattro anni più giovane del campione, sembra ancora non voler affrontare o nemmeno considerare tali pensieri.

Questa disparità di atteggiamento emergere chiaramente dalle dichiarazioni rilasciate da entrambi al termine dell’ultimo All-Star Game, in cui LeBron si è dovuto accontentare di 16 punti segnati partendo dalla panchina, con un discreto 6/17 al tiro.

Mentre il campione sembra riflettere sul suo futuro e il suo eredità nel mondo del basket, Curry sembra ancora essere totalmente immerso nella sua passione per il gioco, senza lasciarsi distrarre da pensieri sul suo declino o la fine della sua carriera.

Steph Curry
Steph Curry in campo per i Warriors

Quanti anni giocherà ancora?

Stephen Curry non sembra avere intenzione di fermarsi presto. Con gli anni di gioco ancora davanti a lui, è sorprendente la sua capacità di concentrarsi solo sul presente e sulla prossima partita. Nonostante la frenesia della stagione regolare NBA e le lunghe avventure nei Playoff con i Golden State Warriors, Curry sembra avere un approccio rilassato e ponderato rispetto al proprio futuro nel basket.

I suoi momenti di pausa sono pochi e l’atleta sembra lasciarsi trasportare dalla routine e dal ciclo naturale della regular season, che lo aiutano a tenere a bada ogni pensiero sul suo futuro. Tuttavia, Curry è consapevole che dovrà essere pronto quando il momento di dire basta arriverà. Mentre Tom Brady gli ha consigliato di valutare anno per anno, Curry sembra essere convinto che il suo corpo e la sua mente saranno i veri indicatori del momento giusto per ritirarsi.

Anche se non si sente vicino alla fine della propria carriera, Curry è consapevole che dovrà prendere una decisione importante quando il momento sarà giunto. Non vuole essere precipitoso e preferisce ascoltare il proprio corpo rispetto a cercare di capire quanto tempo gli rimane per giocare. Il futuro potrà attendere, mentre lui continuerà a concentrarsi sul presente, prontamente a fronte di ogni nuova partita che lo attende.

La carriera di Steph Curry in NBA

Steph Curry ha debuttato in NBA nel 2009 con una prestazione impressionante contro gli Houston Rockets, diventando presto uno dei migliori giocatori dei Golden State Warriors. Nel 2014, con l’arrivo di Steve Kerr in panchina, la squadra ha iniziato una dinastia che ha portato a quattro titoli e sei finali in otto anni.

Curry ha vinto due titoli di MVP della Regular Season e ha stabilito diversi record, tra cui il maggior numero di triple in una singola stagione. Con l’arrivo di Kevin Durant, i Warriors hanno vinto altri due titoli consecutivi, ma nel 2019 hanno perso contro i Toronto Raptors a causa degli infortuni.

Nel 2022, Curry ha guidato i Warriors alla vittoria del titolo NBA e ha stabilito un nuovo record per il maggior numero di triple realizzate nella storia della lega. Questo ha confermato il suo status come uno dei migliori tiratori di tutti i tempi.

- Advertisement -
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Ultime News