Home Altri sport Svilar, il gioiello da valorizzare: Roma divisa tra investimento e cessione

Svilar, il gioiello da valorizzare: Roma divisa tra investimento e cessione

0
156
Svilar (Instagram)
Svilar (Instagram)

Si accendono i riflettori su Mile Svilar, il giovane portiere che sta scuotendo il mondo del calcio con le sue performance da vero baluardo tra i pali della Roma! L’astro nascente del calcio ha finalmente conquistato il suo trono indiscusso sotto la traversa giallorossa, e quella serata magica di Europa League contro il Feyenoord resterà impressa nella memoria di tutti i tifosi: due rigori respinti con maestria, una prestazione da eroe che ha sigillato il passaggio agli ottavi di finale.

Ma chi credeva che la sua ascesa fosse un fulmine a ciel sereno, si sbagliava di grosso! Già nell’andata, Svilar aveva dimostrato di che pasta è fatto, guadagnandosi la stima incondizionata dell’ex allenatore José Mourinho, che aveva intuito le sue doti preferendolo al veterano Rui Patricio. Adesso, con De Rossi alla guida, sembra che l’alternanza tra i pali sia diventata storia antica.

È impossibile non sentire il brivido di eccitazione alla sola idea di cosa potrebbe accadere al termine di questa stagione infuocata. Svilar, a soli 24 anni, è giunto al bivio della sua carriera: restare all’ombra di qualcun altro? Mai più! Dopo l’esperienza al Benfica, il nostro protagonista sente che il suo momento è arrivato, e il contratto fino al 2027 lascia presagire che la Roma potrebbe incassare una cifra da capogiro se decidesse di monetizzare sul suo talento.

Svilar ha ancora voglia di stupire

Fare cassa o costruire un futuro con Svilar tra i pali? La domanda è sulla bocca di tutti. La strada che il club dovrà percorrere è tutta da definire, ma una cosa è certa: se le prestazioni del nostro eroe continueranno a essere da standing ovation, allora la Roma potrebbe ritrovarsi a cercare un degno sostituto solo per il ruolo di secondo portiere. Immaginate nomi come Falcone del Lecce o Montipò del Verona a supporto di Svilar. In caso contrario, gli occhi potrebbero virare verso Meret, l’estremo difensore del Napoli, pronto a lasciare spazio a nuovi arrivi.

Ricordiamo che la crescita di Svilar non è stata una passeggiata: arrivato a parametro zero, ma con tutta l’esperienza maturata a Lisbona e sotto l’occhio vigile di Mourinho, che non ha fatto mancare i suoi elogi, il ragazzo di Anversa ha dovuto combattere contro ogni incertezza. Ma lui, senza clamori, si è rimboccato le maniche e ha saputo attendere il momento giusto per sfondare.

Il futuro si prospetta radioso per questo gioiello del calcio, e se è vero che la Roma ha in lui un patrimonio, allora la fiducia è un investimento che potrebbe pagare dividendi inimmaginabili. Un solo nome è sulla bocca di tutti: Mile Svilar, il portiere che ha il mondo ai suoi piedi!